Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2002 June;50(3) > Minerva Cardioangiologica 2002 June;50(3):175-88

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Cardioangiologica 2002 June;50(3):175-88

lingua: Inglese

Developments in therapeutics for pulmonary arterial hypertension

Wilkins M. R., Møller G. M. O., Ren X., Wharton J.


PDF  


Il trattamento dell'ipertensione polmonare è stato a lungo ostacolato dall'incompleta conoscenza delle sue basi anatomopatologiche e dalle limitate alternative terapeutiche a nostra disposizione, ma questo stato di cose sta rapidamente cambiando. In tempi recenti, nuove conoscenze sulla patogenesi dell'ipertensione polmonare primitiva (PPH) sono derivate dalla dimostrazione di mutazioni a carico dei geni BMPR2 e ALK-1 in molti dei pazienti che ne sono affetti. Questi geni sovraintendono al codice di alcuni membri della superfamiglia del recettore TGF-b e la loro integrità è importante nel mantenimento della normale struttura e funzione dei vasi polmonari. Contemporaneamente si sono registrati notevoli progressi nel trattamento di tale patologia in conseguenza dell'introduzione di 2 farmaci attivi per somministrazione orale, il bosentan e il sildenafil, che hanno dimostrato di possedere una certa selettività per i vasi polmonari. In questo lavoro vengono descritti i recenti mutamenti sopravvenuti nella terapia dell'ipertensione polmonare primitiva e secondaria e vengono illustrate le possibilità di ulteriori progressi nell'immediato futuro.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail