Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2002 April;50(2) > Minerva Cardioangiologica 2002 April;50(2):75-84

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,695


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Cardioangiologica 2002 April;50(2):75-84

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Atherosclerotic plaque burden, plaque vulnerability and arterial remodeling: the role of inflammation

Vink A., Pasterkamp G.


PDF  


Il restringimento aterosclerotico del lume arterioso è causato dalla crescita graduale della placca e dal rimodellamento dell'arteria. Il rimodellamento di tipo espansivo ritarda, mentre quello di tipo costrittivo accelera il restringimento del lume vasale conseguente alla deposizione della placca. Nella fase acuta il restringimento del lume può essere accelerato dalla rottura di una placca vulnerabile e dal conseguente formarsi di un trombo. Le cellule dell'infiammazione svolgono un ruolo chiave in tutti questi processi, che conducono alla stenosi su base aterosclerotica del lume arterioso. Le cellule infiammatorie sono presenti in tutti gli stadi dell'aterosclerosi, sia precoci che tardivi. Processi infettivi cronici sono stati imputati quali fattori scatenanti dell'infiammazione arteriosa, ma non è stato finora possibile dimostrare l'esistenza di un nesso causale. Marcatori sistemici dell'infiammazione, quali la proteina C-reattiva, possono essere predefiniti di futuri accidenti cardiovascolari, il che confermerebbe il ruolo delle risposte flogistiche nella malattia arteriosa occlusiva. In questo lavoro viene discusso il ruolo centrale che l'infiammazione riveste nel restringimento aterosclerotico del lume arterioso.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail