Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2001 December;49(6) > Minerva Cardioangiologica 2001 December;49(6):429-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,695


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Cardioangiologica 2001 December;49(6):429-32

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Trombofilia e malattia tromboembolica (Contributo clinico)

Bronzi G., Marini L., Frassanito S.


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  


Gli Autori discutono di trombofilia congenita, nella fattispecie della trombofilia da fattore V mutato di Leiden come causa di malattia tromboembolica. La malattia tromboembolica è potenzialmente mortale ed invalidante. Viene presentato il caso clinico di una ragazza di 15 anni con trombofilia da fattore V di Leiden, nella quale si verificano tutti gli eventi tromboembolici tipici: tromboflebite superficiale, trombosi venosa profonda a rapida evoluzione di un arto e la trombosi arteriosa ischemizzante dell'albero arterioso distale dello stesso arto. La terapia trombolitica per via sistemica, effettuata tempestivamente, ha risolto la fase acuta dell'evento tromboembolico senza dover ricorrere alla trombectomia ed ha prevenuto le gravi sequele post-trombotiche sull'arto stesso.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail