Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2001 October;49(5) > Minerva Cardioangiologica 2001 October;49(5):343-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Cardioangiologica 2001 October;49(5):343-8

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Aneurisma aterosclerotico del tronco comune della coronaria sinistra. Osservazione di un caso e revisione della letteratura

Lijoi A., Parodi E., Dottori V., Scarano F., Podestà A., Acquarone L., Audo A., Passerone G. C.


PDF  


Gli aneurismi delle arterie coronarie sono molto rari e interessano per lo più la coronaria destra, il ramo discendente anteriore della coronaria sinistra e l'arteria circonflessa mentre il tronco comune della coronaria sinistra è interessato in un numero di casi estremamente esiguo. La causa più comune è l'aterosclerosi.
La nostra ricerca in letteratura ci ha consentito di trovare solo 11 pazienti con aneurisma coronarico interessante il tronco comune della coronaria sinistra che siano stati sottoposti a trattamento chirurgico.
Noi abbiamo osservato il dodicesimo caso in letteratura di aneurisma del tronco comune della coronaria sinistra e del tratto prossimale della coronaria sinistra trattato con successo con terapia chirurgica.
Si tratta di un paziente, di sesso maschile, di 65 anni portatore di un voluminoso aneurisma del segmento distale del tronco comune della coronaria sinistra. È stata eseguita una tromboendoarteriectomia estesa al tronco comune e alla discendente anteriore con aneurismorrafia e triplice by-pass aorto-coronarico.
Il paziente a 3 anni dall'intervento è risultato asintomatico.
Il trattamento di questa patologia appare in letteratura ancora controverso e le indicazioni basate più su singole esperienze che sui risultati di studi controllati. La chirurgia è consigliata per prevenire complicazioni ma non sono disponibili sicuri dati del confronto tra il trattamento medico e quello chirurgico.
Noi riteniamo che in questi pazienti i by-pass aortocoronarici devono essere eseguiti quando indicati per la gravità delle stenosi dei rami coronarici o per la sintomatologia anginosa non controllabile con terapia medica e che sia sempre consigliabile tentare di preservare il flusso nativo con un'aneurismorrafia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail