Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2001 Ottobre;49(5) > Minerva Cardioangiologica 2001 Ottobre;49(5):335-42

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Cardioangiologica 2001 Ottobre;49(5):335-42

lingua: Italiano

Scompenso cardiaco destro in corso di ipertiroidismo

Raddino R., Scarabelli T. M., Ferrari R., Portera C., Sarasso L., Fappani A., Pizzocaro C.


PDF  


Una prolungata esposizione dei tessuti ad eccessivi livelli plasmatici di ormoni tiroidei causa la tipica sindrome clinica che si configura nell'ipertiroidismo.
Le alterazioni a carico del sistema cardiovascolare sono molto comuni nell'ipertiroidismo, tanto da rappresentare in alcuni casi i sintomi dominanti della malattia. L'aumento dell'eccitabilità miocardica causata soprattutto dalla triiodotironina è responsabile dell'aumento della frequenza cardiaca e dell'inotropismo; può essere causa di extrasistoli o di fibrillazione atriale; lo scompenso cardiaco congestizio può colpire pazienti ipertiroidei anziani con patologia cardiaca sottostante o pazienti ipertiroide giovani, in assenza di cardiopatia, ma in associazione a parosssismi di fibrillazione atriale.
Descriviamo il caso di una giovane donna, presentatasi all'attenzione dei sanitari per dispnea ingravescente, in cui la tachicardia sinusale, l'aspetto elettrocardiografico S1Q3 ed i reperti ecocardiografici di sovraccarico ventricolare destro con ipertensione polmonare e congestione venosa sistemica, avevano creato il sospetto di un quadro acuto di embolia polmonare.
Gli accertamenti diagnostici eseguiti in prima istanza escludevano la presenza delle patologie più frequentemente responsabili di scompenso cardiaco destro.
La valutazione delle funzione tiroidea evidenziava un quadro di ipertiroidismo legato a morbo di Graves.
La disfunzione isolata del ventricolo destro, manifestatasi in associazione ad ipertensione arteriosa polmonare, veniva prontamente risolta da adeguata terapia tireostatica e b-bloccante.
L'originalità di esordio del morbo di Graves nel caso clinico da noi segnalato, consiglierebbe l'attenzione al profilo tiroideo nella diagnosi differenziale delle cause di scompenso cardiaco destro, al fine di individuare i soggetti ipertiroidei con disfunzione miocardica reversibile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail