Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2001 April;49(2) > Minerva Cardioangiologica 2001 April;49(2):159-64

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,695


eTOC

 

NOTE DI TERAPIA  


Minerva Cardioangiologica 2001 April;49(2):159-64

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Efficacia clinica di un’associazione di alfatocoferoli, rutina, meliloto e centella asiatica nel trattamento di pazienti con insufficienza venosa cronica

Cataldi A., Gasbarro V., Viaggi R., Soverini R., Gresta E., Mascoli F.


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  


Obiettivo. Lo scopo di questo studio è dimostrare l'eventuale efficacia di una formulazione commerciale di a-tocoferoli, rutina, meliloto e centella asiatica contro un placebo con somministrazione orale in pazienti con insufficienza venosa cronica.
Metodi. Dei 30 pazienti sottoposti allo studio randommizzato in doppio cieco, 15 hanno assunto il placebo e 15 il preparato commerciale. Durante il periodo di trattamento i pazienti non usavano contenzione elastica. L'efficacia terapeutica di questa associazione è stata valutata in base a criteri clinici e strumentali al ­15, 0 e 30 giorni. Lo studio è stato condotto tra maggio e novembre 1999.
La sintomatologia clinica è stata espressa in base ad un punteggio clinico e sono state eseguite misurazioni degli arti con metodica classica ed eco Doppler.
Risultati. È stato dimostrato che questa associazione riduce significativamente l'edema dell'arto con un calo contemporaneo della sintomatologia clinica.
Conclusioni. Il presente studio conferma l'ipotesi iniziale e suggerisce una possibile applicazione del prodotto in pazienti con edema cronico affetti da insufficienza venosa durante i periodi in cui per l'eccessivo caldo il paziente non tende ad usare una corretta compressione elastica oppure in quei pazienti che rifiutano l'utilizzo delle calze.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail