Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2000 March;48(3) > Minerva Cardioangiologica 2000 March;48(3):61-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,695


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Cardioangiologica 2000 March;48(3):61-8

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Eco color-Doppler in oftalmologia

Cianci R., Mander A., Santarelli G., Lai S., Faraglia V., Pulcinelli G., Ciano G., Manfredini P., Mariotti A., Clemenzia G.


PDF  


Obiettivo. Con il presente lavoro abbiamo valutato, all'esame eco color-Doppler, la portata ematica a livello oculare, studiando le arterie di maggior interesse clinico attraverso la comparazione tra i due occhi. Sono state valutate l'arteria centrale della retina, le arterie ciliari posteriori lunghe, le arterie ciliari posteriori brevi e la vena centrale della retina.
Metodi. Sono stati sottoposti ad eco color-Doppler delle arterie oftalmiche 50 soggetti, dei quali 30 sani, 4 con pallore del disco ottico, 6 affetti da glaucoma cronico semplice e 10 affetti da ipertensione arteriosa.
Risultati. Tale studio ha permesso di definire i quadri anatomici normali e patologici visualizzabili all'eco color-Doppler tracciando quindi degli standard quali-quantitativi della metodica strumentale ripetibili e confrontabili.
Conclusioni. Attualmente le diverse tecniche strumentali utilizzate per lo studio della vascolarizzazione oculare non consentono una quantificazione della portata ematica, ma solo una valutazione morfologica del sistema artero-venoso dell'occhio. Avere dati velocimetrici e morfologici allo stesso tempo consente una più esatta valutazione della patologia. Quindi si propone come semplice e rapido esame come l'eco color-Doppler si propone come approccio non invasivo, utile nell'acquisizione di dati importanti nella conferma diagnostica, nella prognosi, ma soprattutto nel follow-up farmacologico di alcune patologie quali il diabete, il glaucoma e l'ipertensione arteriosa. Le alterazioni vascolari evidenziate sono correlabili al grado di retinopatia, ed all'efficacia del trattamento farmacologico delle diverse patologie.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail