Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 2000 March;48(3) > Minerva Cardioangiologica 2000 March;48(3):53-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,695


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Cardioangiologica 2000 March;48(3):53-60

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

La velocità di propagazione dell’onda sfigmica: proposta di un nuovo metodo di calcolo

Mosti G., Iabichella M. L., Picerni P.


PDF  


Obiettivo. L'aumento della velocità di propagazione dell'onda sfigmica (VPOS) calcolata a livello aortico è considerato un indice surrogato di malattia vascolare; essa può essere misurata con metodo indiretto calcolando il tempo necessario all'onda sfigmica per percorrere una certa distanza lungo l'albero circolatorio; il rapporto tra la distanza e il tempo fornisce la misura della velocità.
Scopo del lavoro è la proposta di un metodo di misurazione indiretta della VPOS semplice e ripetibile.
Metodi. Un eco Doppler delle aa. carotide comune destra, aorta addominale e femorale comune destra è stato eseguito in 127 pazienti ambulatoriali portatori di fattori di rischio, 38 dei quali con vasculopatia clinicamente manifesta, e in 50 soggetti esenti da fattori di rischio cardiovascolare (gruppo di controllo). L'analisi spettrale del segnale Doppler è stata registrata, in questi tre siti, simultaneamente ad una derivazione elettrocardiografica ed è stato calcolato l'intervallo medio tra l'apice dell'onda R ed il piede dello spettrogramma in quattro cicli consecutivi; la differenza tra i valori ottenuti nel sito di registrazione prossimale e distale misura il tempo di transito (TT); il valore ottenuto dal rapporto tra la distanza tra i punti esplorati e il tempo di transito è la velocità di propagazione dell'onda sfigmica; la significatività statistica ed i valori di variabilità intra- ed interoperatore della VPOS espressi come media i SD sono stati ottenuti con analisi della varianza e test di Tuckey; la correlazione con i principali fattori di rischio vascolare e lo spessore intima-media con l'analisi multivariata.
Risultati. La VPOS del gruppo pazienti risulta maggiore di quella del gruppo controllo (p<0,001); vi è una correlazione statisticamente significativa tra aumento della VPOS ed età, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa, diabete mellito, spessore medio-intimale e presenza di vasculopatia; non vi è correlazione con l'abitudine al fumo. Nel gruppo pazienti la VPOS risulta aumentata nei pazienti con placche aterosclerotiche e/o vasculopatia clinica rispetto ai pazienti non aterosclerotici con fattori di rischio (p<0.001); la variabilità intra ed interoperatore oscillano tra 4,87±1,82% e 8,06±3,16% rispettivamente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail