Home > Riviste > Minerva Cardioangiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Cardioangiologica 1999 March;47(3) > Minerva Cardioangiologica 1999 March;47(3):81-90

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA CARDIOANGIOLOGICA

Rivista sulle Malattie del Cuore e dei Vasi


Official Journal of the Italian Society of Angiology and Vascular Pathology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,752


eTOC

 

NOTE DI TERAPIA  


Minerva Cardioangiologica 1999 March;47(3):81-90

lingua: Italiano

L'anziano arteriopatico con ischemia critica (Valutazione del trattamento con Iloprost secondo due diverse modalità, sulla efficacia e tollerabilità, sulle modificazioni della qualità di vita e dell'autosufficienza)

Cappelli R., Bicchi M., Arrigucci S., Boschi S., Guerrini M., Forconi S.


PDF  


Obiettivo. L'impiego di Iloprost nel trattamento dell'ischemia critica del soggetto molto anziano può presentare problemi di tollerabilità, in relazione al farmaco ed alla tipologia del paziente. Scopo dello studio è stato quello di valutare, oltre ad efficacia e tollerabilità, anche l'impatto che può avere la terapia nelle attività quotidiane e nella qualità della vita del paziente.
Metodi. Sono stati studiati venti soggetti di età media 74±6,8 anni, divisi in due gruppi omogenei per età, gravità della malattia, presenza di diabete mellito. Nel primo gruppo Iloprost è stato somministrato per sei ore al giorno, alla dose massima consentita, per 28 giorni consecutivi. Nel secondo gruppo è stato somministrato per sei ore, due volte al giorno per 14 giorni consecutivi. In ciascun gruppo sono stati eseguiti prima e dopo il ciclo di trattamento: valutazione clinica del dolore e consumo di analgesici, ADL e questionario SK39, indice caviglia/ braccio con Doppler c.w. pletismografia a strain gauge agli arti inferiori, TcPO2 a livello del dorso del piede.
Risultati. Il trattamento è stato bel tollerato in entrambi i gruppi, nei quali si è osservata un'uguale riduzione della sintomatologia dolorosa, miglioramento degli indici strumentali espressione dell'attività del microcircolo, con miglioramento della qualità della vita e della capacità di svolgere le attività quotidiane. La doppia somministrazione giornaliera di Iloprost non ha determinato la comparsa di effetti collaterali importanti nella popolazione esaminata, con una migliore risposta sulla sintomatologia dolorosa.
Conclusioni. L'Iloprost può essere impiegato nel trattamento dell'ischemia critica anche nel soggetto molto anziano, con buona tollerabilità ed efficacia. Nella doppia somministrazione giornaliera non si sono osservati effetti collaterali importanti. Questa modalità è da preferire, anche per venire incontro alle problematiche di economia sanitaria.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail