Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2007 Gennaio-Febbraio;73(1-2) > Minerva Anestesiologica 2007 Gennaio-Febbraio;73(1-2):77-100

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036

 

Minerva Anestesiologica 2007 Gennaio-Febbraio;73(1-2):77-100

RIANIMAZIONE 

 ARTICOLI SPECIALI

Dolore da fratture vertebrali osteoporotiche (mal di schiena): nostra esperienza con la cifoplastica

Guglielmino A. 1, Sorbello M. 1, Barbagallo G. 2, Murabito P. 1, Naimo J. 1, Zingale S. F. 1, Lo Giudice E. 1, Palumbo A. 1, Castiglione A. 3, Patti F. 3, Pero G. 4, Mangiameli S. 1

1 Anesthesia and Intensive Care Unit University Polyclinic, Catania, Italy
2 Neurosurgery Unit University Polyclinic, Catania, Italy
3 Neurology Unit University Polyclinic, Catania, Italy
4 Neuroradiology Unit University Polyclinic, Catania, Italy

Obiettivo. Scopo del lavoro è valutare la sicurezza, l’efficacia ed i risultati antalgici e funzionali dopo studio interdisciplinare e trattamento da parte del Medico del Dolore di fratture vertebrali (vertebral compression fractures, VCF) osteoporotiche con la cifoplastica percutanea.
Metodi. Tra aprile e dicembre 2004, dopo acquisizione del consenso informato, sono stati trattati 13 pazienti per un totale di 15 cifoplastiche, in ricovero ordinario. Per livello L5-T11 si procedeva in rachianestesia, mentre sopra di T11 si procedeva ad infiltrazione locale. Sono stati registrati i seguenti parametri: decorso intraoperatorio, postoperatorio, dolore prima e dopo il trattamento, recupero in altezza della vertebra trattata e misurazione della qualità di vita su VAS e su scala QUALEFFO.
Risultati. Non sono state registrate complicanze o eventi avversi; i valori su VAS per il dolore erano 6,2±2,1 pre trattamento vs 3,3±1,7 e 4,5±1,1 rispettivamente post-trattamento ed al follow-up, con differenze significative. I valori di altezza vertebrale erano di 53,5±16%, 71,2±21% e 68,1±13.5%, rispettivamente pretrattamento, post-trattamento ed al follow-up, con differenze significative, similmente a quanto riscontrato per i vari parametri di qualità di vita e su scala QUALEFFO.
Conclusioni. Il mal di schiena da frattura vertebrale dolorosa è un evenienza di frequente riscontro per il Medico del Dolore; la cifoplastica percutanea è una metodica che coniuga un basso tasso di complicanze con ottimi risultati da un punto di vista antalgico e biomeccanico. Nella nostra esperienza, la cifoplastica percutanea è una tecnica molto sicura ed estremamente efficace per il trattamento del dolore associato a fratture vertebrali osteoporotiche: essa produce risultati immediati, con importanti ed evidenti ripercussioni anche sulla sfera psicosociale e sulla qualità di vita, con una bassissima incidenza di complicanze periprocedurali, grazie anche all’esecuzione della tecnica in anestesia locale o locoregionale.

lingua: Italiano, Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina