Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 Ottobre;72(10) > Minerva Anestesiologica 2006 Ottobre;72(10):821-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2006 Ottobre;72(10):821-6

lingua: Inglese

Sevoflurane as a single anesthetic and physostigmine failure to enhance arousal

Paraskeva A. 1, Petropoulos G. 1, Siafaka I. 1, Fassoulaki A. 2

1 Anesthesiology Unit, Aretaieion Hospital Athens, Greece
2 Department of Anesthesiology Medical Scool Athens Aretaieion Hospital Athens, Greece


FULL TEXT  


Obiettivo. Il sevoflurano viene raccomandato per l’induzione dell’anestesia per via inalatoria. La fisostigmina può avere un effetto antagonista nei confronti degli anestetici generali. Lo studio valuta il sevoflurano quale singolo anestetico e il possibile effetto antagonista esercitato dalla fisostigmina.
Metodi. In 60 soggetti di sesso femminile che dovevano sottoporsi ad asportazione di una massa a livello della mammella, l’anestesia è stata indotta con sevoflurano all’8%. Dopo 3 minuti di inalazione del sevoflurano è stata inserita una maschera respiratoria laringea (LMA, da laryngeal mask airway). L’anestesia è stata mantenuta con ventilazione spontanea, con sevoflurano al 3% alla fine del volume corrente. Nel periodo intraoperatorio sono state registrate la pressione arteriosa sistolica e diastolica, la frequenza cardiaca e la CO2 alla fine del volume corrente. Dopo sutura della cute il sevoflurano alla fine del volume corrente è stato portato allo 0,9% e sono stati somministrati 2 mg di fisostigmina in soluzione fisiologica. Dopo 2 minuti sono state valutate la pressione arteriosa sistolica e diastolica, la frequenza cardiaca e la CO2 alla fine del volume corrente ed è stata interrotta la somministrazione di sevoflurano. È stato registrato il tempo trascorso tra l’interruzione della somministrazione di sevoflurano e l’apertura degli occhi, la rimozione della LMA e la prima risposta verbale. Le pazienti sono anche state valutate per quanto riguarda l’orientamento, la sedazione, la capacità di restare sedute e per il test “picking up matches” al momento della rimozione della LMA e a distanza di 15 e 30 minuti.
Risultati. Dopo il posizionamento della LMA la pressione sistolica e diastolica e la frequenza cardiaca sono aumentate (P=0,0001 e P=0,0001, rispettivamente). L’orientamento, la capacità di restare sedute e il “picking up matches” erano simili nei due gruppi. La sedazione a 15 minuti era inferiore nel gruppo di controllo (P=0,004).
Conclusioni. Il sevoflurano può essere utilizzato quale singolo anestetico, ma il risveglio non viene favorito dalla fisostigmina.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail