Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 Ottobre;72(10) > Minerva Anestesiologica 2006 Ottobre;72(10):807-20

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI SPECIALI  


Minerva Anestesiologica 2006 Ottobre;72(10):807-20

lingua: Italiano, Inglese

Somministrazione intratecale continua di baclofen tramite pompe totalmente impiantabili nel trattamento della spasticità severa: nostra esperienza

Guglielmino A. 1, Sorbello M. 1, Fazzio S. 1, Zingale S. F. 1, Bucolo G. E. 2, Pittalà G. 2, Castiglione A. 2, Patti F. 3, Mangiameli S. 1

1 Anesthesia and Intensive Care Unit, Polyclinic University Hospital of Catania, Catania, Italy
2 Faculty of Medicine and Surgery University of Catania, Catania, Italy
3 Multiple Sclerosis Center Department of Neurosciences, Polyclinic University of Catania, Catania, Italy


FULL TEXT  


Obiettivo. Lo scopo di questo lavoro è verificare l’efficacia e la sicurezza del trattamento della spasticità severa con baclofen intratecale (intrathecal baclofen, ITB) attraverso l’analisi dei dati relativi ai criteri di selezione, alla tecnica di impianto e ai risultati del primo periodo di follow-up.
Metodi. In 8 mesi, 30 pazienti sono stati impiantati con pompa per ITB, 24 h dopo positività alla dose test di baclofen, in anestesia subaracnoidea. Nel corso della procedura e nel follow-up sono stati registrati incidenza di complicanze o eventi avversi anestesiologici e dell’impianto, incidenza di cefalea post puntura durale, blocco motorio prolungato, difficoltà alla cicatrizzazione delle ferite chirurgiche, infezione locale e necessità di rimuovere l’impianto. Sono state, inoltre, valutate le risposte al ITB sulle scale di Ashworth e degli spasmi della qualità del sonno, dell’autonomia e della qualità di vita e del dolore.
Risultati. I parametri vitali durante la procedura (durata media 86±13 min) non hanno subito variazioni significative, senza alcun caso di blocco motorio o cefalea postpuntura durale o di infezione. Sono stati registrati un caso di ritardata cicatrizzazione della ferita, trattato e risolto, e un caso di dislocazione del catetere, riposizionato. Tutti i parametri registrati hanno presentato differenza statisticamente significativa, con risultati migliori per la diminuzione della rigidità e per il dolore. La durata media dell’ospedalizzazione è stata di 8±2 giorni; in un caso è stata osservata tolleranza al baclofen, scomparsa dopo “baclofen holiday” con morfina. È stato registrato un caso di malfunzionamento della pompa con reimpianto; non c’è stato nessun nuovo deficit neurologico dopo l’impianto.
Conclusioni. La buona risposta clinica sia per spasmi sia per rigidità, il miglioramento della qualità di vita, la notevole riduzione del dolore e la soddisfazione dei pazienti, nella nostra esperienza, depongono a favore della grande efficacia del trattamento con ITB, che, accanto alla grande sicurezza della procedura, ne conferma il ruolo di gold standard come terapia della spasticità severa.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail