Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 Luglio-Agosto;72(7-8) > Minerva Anestesiologica 2006 Luglio-Agosto;72(7-8):627-35

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2006 Luglio-Agosto;72(7-8):627-35

lingua: Italiano, Inglese

Anestesia bilanciata versus total intravenous anesthesia nel trapianto di rene

Modesti C., Sacco T., Morelli G., Bocci M. G., Ciocchetti P., F. Vitale, Perilli V., Sollazzi L.

Department of Anesthesia and Intensive Care Policlinico ”A. Gemelli”, Catholic University of Sacred Hearth, Rome, Italy


FULL TEXT  


Obiettivo. Scopo di questo studio è stato confrontare 2 protocolli di anestesia in pazienti sottoposti a trapianto di rene.
Metodi. Abbiamo studiato 40 pazienti: 20 (Gruppo A) sottoposti ad anestesia bilanciata con tiopentale sodico, fentanyl ed isoflurane, gli altri 20 hanno ricevuto una anestesia intravenosa (total intravenous anesthesia, TIVA con propofol e remifentanyl. In entrambi i gruppi la miorisoluzione è stata effettuata con un bolo di cisatracurium seguito da infusione continua. Abbiamo effettuato un monitoraggio clinico standard, la misurazione della pressione arteriosa cruenta e della pressione venosa centrale. I dati emodinamici sono stati raccolti a tempi standard dell’intervento. Durante il periodo postoperatorio, in recovery room, abbiamo valutato il risveglio dall’anestesia mediante lo score di Aldrete e l’analgesia è stata valutata a 1, 6 e 24 ore dalla fine dell’intervento mediante VAS.
Risultati. Il trend dei parametri emodinamici non ha mostrato differenze statisticamente significative fra i due gruppi. Abbiamo osservato una differenza statisticamente significativa riguardo la qualità del risveglio e l’analgesia. Il risveglio nel gruppo B è stato più rapido rispetto al gruppo A, mentre l’analgesia è stata migliore nel gruppo A, almeno nella prima ora postoperatoria.
Conclusioni. Per le loro caratteristiche farmacocinetiche il propofol, il remifentanyl ed il cisatracurium permettono di ottenere un buon controllo dei parametri emodinamici e, principalmente, un recupero della coscienza rapido e sicuro. Il protocollo TIVA sembra essere un’alternativa all’anestesia bilanciata per i pazienti sottoposti a trapianto di rene.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail