Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 Giugno;72(6) > Minerva Anestesiologica 2006 Giugno;72(6):447-52

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

  SMART 2006 - Milano, 10-12 maggio 2006


Minerva Anestesiologica 2006 Giugno;72(6):447-52

lingua: Inglese

Perioperative platelet transfusion. Recom-mendations of the French Health Products Safety Agency (AFSSAPS) 2003

Samama C. M. 1, Djoudi R. 1, Lecompte T. 3, Nathan N. 4, Schved J.-F. 5 and the AFSSAPS Expert Group

1 Department of Anesthesiology and Resuscitation, Avicenne Hospital, Bobigny cedex, France
2 Saint-Antoine Transfusion Unit, EFS Ile-de-France, Paris, France
3 Service of Biological Hematology, CHU, Nancy, France
4 Department of Surgical Anesthesiology and Resuscitation, CHU, Limoges, France
5 Hematology and Biology Unit, CHU, Montpellier, France


FULL TEXT  


Obiettivo di questo lavoro è di presentare le raccomandazioni della French Health Products Safety Agency (AFSSAPS). Un pannello di esperti ha rivisto e valutato la letteratura scientifica relativa alle trafusioni di piastrine ed ha fornito delle raccomandazioni. Il valore soglia delle piastrine, al di sotto del quale si prende in considerazione la trasfusione perioperatoria non è stato ben definito e dovrebbe essere determinato dall’esistenza di un rischio emorragico. Nel caso delle comuni procedure invasive, la raccomandazione è di trasfondere per ottenere un livello di piastrine > 50000/ml-1. In assenza di disfunzione piastrinica, indipendentemente dal tipo di intervento chirurgico, la soglia standard di rischio emorragico è di 50000/ml-1. È stato dimostrato che la soglia di rischio è diversa a seconda del tipo di intervento chirurgico. Per gli interventi neurochirurgici e per quelli oftalmici a carico della parte posteriore dell’occhio è necessaria una conta piastrinica di 100000/ml-1. Per l’anestesia regionale assiale una conta piastrinica di 50000/ml-1 viene ritenuta sufficiente per l’anestesia spinale, mentre è stata proposta una conta piastrinica di 80000/ml-1 per l’epidurale. Durante trasfusioni massive, l’infusione profilattica di piastrine non può essere raccomandata quando la perdita ematica risulta essere inferiore a 2 volumi in meno di 24 ore (Consensus Professionale). Come nel caso della trasfusione terapeutica di plasma e/o piastrine, il deficit piastrinico dovrebbe essere documentato (conta piastrinica e fibrinogeno) prima di iniziare la trasfusione. Nel caso di emorragia la trasfusione di piastrine può precedere quella di plasma. Tuttavia, sebbene questa raccomandazione sia stata accettata da diversi specialisti, essa non si basa su risultati di studi randomizzati. Il valore soglia delle piastrine per la trasfusone perioperatoria non è stato chiaramente definito e molte delle raccomandazioni sono il risultato di un consenso tra specialisti. 50000/ml-1.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail