Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 June;72(6) > Minerva Anestesiologica 2006 June;72(6):369-74

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,623


eTOC

 

  SMART 2006 - Milano, 10-12 maggio 2006FREEfree


Minerva Anestesiologica 2006 June;72(6):369-74

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Progenitor cells in acute lung injury

Burnham E., Moss M.

Department of Medicine, Division of Pulmonary, Allergy, and Critical Care Medicine, Emory University School of Medicine, Atlanta, Georgia, USA


FULL TEXT  


Obiettivo. Il danno polmonare acuto e la sindrome acuta da distress respiratorio sono patologie polmonari comuni e gravi, associate ad un alto tasso di morbidità e mortalità. Non è ancora stata stabilita una terapia specifica che ne migliori il decorso. Sta aumentando l’interesse per la ricerca di nuove terapie, quali le cellule staminali, per la riparazione del danno polmonare che si osserva in queste patologie. Questo lavoro si occupa degli studi sulle cellule staminali nel settore polmonare, con particolare attenzione alle cellule progenitrici endoteliali (EPC), nell’ambito del danno polmonare acuto.
Metodi. Viene presentata una revisione della letteratura scientifica in questo settore, compresi i recenti studi eseguiti sui modelli animali. Vengono descritti gli studi riguardanti la valutazione del ruolo delle EPC nell’uomo dopo trapianto e nei pazienti con polmonite. Viene descritto in dettaglio la misurazione dei valori di EPC circolanti nei pazienti con danno polmonare acuto.
Risultati. I pazienti con danno polmonare acuto hanno un maggior numero di EPC circolanti rispetto ai controlli sani. Inoltre, l’analisi multivariata corretta per età, sesso e gravità della malattia, ha evidenziato che un maggior numero di EPC circolanti si è associato ad un miglioramento del decorso.
Conclusioni. Le EPC stanno suscitando sempre più interesse nel settore della medicina critica. Tuttavia, le loro proprietà specifiche e la loro utilità nel danno polmonare necessitano di ulteriori valutazioni prima di giungere al loro utilizzo nella terapia del danno polmonare acuto.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail