Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 Giugno;72(6) > Minerva Anestesiologica 2006 Giugno;72(6):363-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

  SMART 2006 - Milano, 10-12 maggio 2006


Minerva Anestesiologica 2006 Giugno;72(6):363-7

lingua: Inglese

Positron emission tomography imaging of regional lung function

Musch G., Venegas J. G.

Department of Anesthesia and Critical Care Massachusetts General Hospital and Harvard Medical School, Boston, MA, USA


FULL TEXT  


La per fusione e la ventilazione regionale polmonare possono essere valutate con la visualizzazione tramite tomografia ad emissione di positroni (PET), con la cinetica polmonare dell’azoto marcato (13N2). Grazie alla sua bassa solubilità nel sangue e nei tessuti, l’13N2 infuso per via endovenosa utilizzando soluzione fisiologica arriva nello spazio aereo alveolare, dove si accumula sin dal primo passaggio in proporzioni correlate alla perfusione regionale durante un breve periodo di apnea. Al contrario, nelle zone non aerate dove non avvengono scambi gassosi l’13N2 infuso non viene ritenuto. Stime affidabili della perfusione regionale e degli shunt si ottengono valutando la cinetica polmonare infondendo a bolo l’13N2 durante una breve apnea. La ventilazione regionale viene misurata valutando la scomparsa di 13N2 dopo che la respirazione è ripresa. Il contenuto gassoso regionale e la ventilazione degli spazi morti possono essere misurate con l’inalazione di 13N2. L’applicazione di questa nuova tecnica per immagini alla valutazione della funzionalità polmonare può consentire l’ulteriore comprensione della fisiopatologia di diversi processi polmonari. Questa revisione descrive brevemente gli aspetti metodologici della PET utilizzata per valutare la perfusione e la ventilazione regionale e passa quindi ad evidenziare gli aspetti fisiopatologici del danno polmonare acuto e dell’asma che sono stati chiariti valutando la cinetica polmonare di 13N2 con tecnica PET.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail