Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 May;72(5) > Minerva Anestesiologica 2006 May;72(5):309-19

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,623


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIAFREEfree


Minerva Anestesiologica 2006 May;72(5):309-19

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Remifentanil versus fentanyl associato a infusione di propofol controllata in pazienti sottoposti a craniotomia per lesioni sopratentoriali

Del Gaudio A. 1, Ciritella P. 1, Perrotta F. 2, Puopolo M. 2, Lauta E. 3, Mastronardi P. 4, De Vivo P. 1

1 Department of Anaesthesia and Intensive Care IRCCS H “Casa Sollievo della Sofferenza” S. Giovanni Rotondo, Foggia, Italy 2 Department of Organ and System Pathophysiology Istituto Superiore di Sanità, Rome, Italy 3 Department of Anaesthesia and Intensive Care University of Bari, Bari, Italy 4 Department of Anaesthesia and Intensive Care University of Naples, Naples, Italy


FULL TEXT  


Obiettivo. Il remifentanil idrocloruro è un oppiaceo ad azione ultrabreve: questo studio compara l’uso del remifentanil versus il fentanyl durante craniotomia, in regime di anestesia con propofol target controlled infusion (TCI), e valuta la qualità del risveglio dall’anestesia.
Metodi. Dopo il consenso informato per questo studio prospettico, 40 pazienti adulti sono stati randomizzati in 2 gruppi: nel gruppo F l’analgesia è stata garantita dal fentanyl al dosaggio di 2-3 µg/kg/h in bolo e nel gruppo R dal remifentanil con 0,25 µg/kg/h in infusione continua. L’anestesia è stata indotta con tiopentone sodico e bromuro di pancuronio e mantenuta con propofol TCI, pancuronio, aria/ossigeno e rispettivamente fentanyl (gruppo F) o remifentanil (gruppo R). Dopo intubazione tracheale, l’infusione di remifentanil è stata ridotta e calibrata per mantenere un profilo emodinamico stabile. I tempi di risveglio e l’emodinamica sono stati monitorati per 60 min dalla fine dell’intervento come il consumo intraoperatorio, la necessità di analgesici, la nausea e il vomito postoperatorio. La qualità del risveglio, inoltre, è stata valutata in base al punteggio di Andrete modificato.
Risultati. I valori emodinamici di base era simile in entrambi i gruppi. La pressione arteriosa media differiva tra i 2 gruppi (P< 0,05) con un picco di riduzione nel gruppo R durante l’apertura della dura (P<0,001).
La pressione arteriosa media nel postoperatorio si è mantenuta più alta nel gruppo R. I pazienti del gruppo R hanno mostrato un recupero più rapido. L’incidenza di nausea e vomito è stata simile. Abbiamo notato una riduzione del quantitativo di propofol utilizzato nel gruppo R.
Conclusioni. Il remifentanil appare essere una ragionevole alternativa al fentanyl durante la chirurgia elettiva delle lesioni sopratentoriali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail