Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 April;72(4) > Minerva Anestesiologica 2006 April;72(4):217-21

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2006 April;72(4):217-21

lingua: Italiano, Inglese

Levobupivacaina e ropivacaina nel blocco del plesso brachiale per via infraclaveare

Piangatelli C., De Angelis C., Pecora L., Recanatini F., Cerchiara P., Testasecca D.

Division of Anesthesia and Resuscitation Ospedali Riuniti, Ancona, Italy


FULL TEXT  


Obiettivo. Il blocco del plesso brachiale per via infraclaveare è stato descritto per la prima volta da Raj, tuttavia questo blocco è rimasto sott’utilizzato nonostante i numerosi vantaggi. Scopo di questo lavoro prospettico, randomizzato, è stato quello di confrontare dosi equipotenti di levobupivacaina e ropivacaina.
Metodi. Per questo studio prospettico, randomizzato sono stati reclutati, previo consenso informato, 30 pazienti di entrambi i sessi, ASA status I-II, sottoposti in elezione ad interventi chirurgici su avambraccio e mano con posizionamento di laccio tourniquet al braccio. Il blocco del plesso brachiale per via infraclaveare è stato ottenuto usando l’accesso per via perpendicolare. Il blocco è stato eseguito somministrando 30 ml di levobupivacaina 0,5% o ropivacaina 0,75%.
Risultati. Non è stata evidenziata nessuna differenza tra i due gruppi in termini di variabili demografiche. Il tempo necessario per il blocco motorio completo è risultato essere maggiore per il gruppo ropivacaina (p<0,05), il blocco sensitivo risulta essere più prolungato nel gruppo levobupivacaina (p<0,05).
Conclusioni. L’analgesia postoperatoria prolungata associata alle proprietà farmacodinamiche di minor tossicità della levobupivacaina inserisce questo nuovo anestetico locale come valida alternativa agli altri anestetici locali nel blocco del plesso brachiale per via infraclaveare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail