Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 April;72(4) > Minerva Anestesiologica 2006 April;72(4):207-15

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,623


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIAFREEfree


Minerva Anestesiologica 2006 April;72(4):207-15

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Monitoraggio cardiaco non invasivo con valutazione del flusso ematico aortico nei pazienti sottoposti a chemioterapia ipertermica intraperitoneale intraoperatoria

Cafiero T. 1, Di Iorio C. 1, Di Minno R. M. 1, Sivolella G. 1, Confuorto G. 2

1 U.O.S.C. di Anestesia, Terapia Intensiva Postoperatoria, C.G.U. ed O.T.I.: A.O.R.N. “A. Cardarelli”, Napoli. 2 U.O.S di Chirurgia Oncologica del Retroperitoneo. A.O.R.N. “A. Cardarelli”, Napoli


FULL TEXT  


Obiettivo. Lo scopo di questo studio è stato di valutare le variazioni emodinamiche nei pazienti sottoposti a chirurgia citoriduttiva e chemioterapia ipertermica intra-peritoneale (intra-peritoneal hyperthermic chemotherapy, IPHC) per mezzo di un apparecchio eco-Doppler (Hemosonic 100).
Metodi. Disegno sperimentale: sono state misurate le variabili emodinamiche e della funzione cardiaca durante IPHC con tecnica ad addome chiuso utilizzando un monitoraggio non invasivo con eco-Doppler esofageo. Ambiente: una sala operatoria di un Dipartimento di chirurgia oncologica in Ospedale. Sono stati studiati in successione 15 pazienti, ASA II o III con età compresa tra 59 e 66 anni. Tutti i pazienti erano in anestesia generale con sevoflurano, remifentanil in infusione titolata e cisatracurio per la miorisoluzione. Il monitoraggio standard comprendeva ECG, capnometria, misurazione invasiva della pressione arteriosa e della pressione venosa centrale, pulsossimetria, diuresi, temperatura esofagea e timpanica. Le variazioni emodinamiche valutate mediante strumento eco-Doppler sono state registrate a tempi prestabiliti.
Risultati. Durante il riempimento della cavità addominale è stata registrata una riduzione significativa dei valori dello stroke volume (SV) e del flusso ematico aortico (aortic blood flow, ABF) (p<0,05), seguita da un significativo aumento delle resistenze sistemiche vascolari totali (p<0,05). Un aumento significativo dello SV, ABF e del tempo di eiezione del ventricolo sinistro è stato registrato 90 minuti dopo l’inizio della procedura di IPHC (p<0,05), quando la temperatura corporea era aumentata. Allo stesso tempo è stato rilevato un aumento significativo dei valori del picco di velocità e dell’accelerazione (p<0,05).
Conclusioni. Questi risultati suggeriscono che il monitoraggio eco-Doppler (Hemosonic 100) rappresenta uno strumento facile da maneggiare, non invasivo ed affidabile per monitorare le variazioni dei parametri cardiaci durante la IPHC.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail