Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2006 Aprile;72(4) > Minerva Anestesiologica 2006 Aprile;72(4):199-205

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Anestesiologica 2006 Aprile;72(4):199-205

lingua: Inglese

Microcirculatory alterations in critically ill patients

Chierego M., Verdant C., De Backer D

Department of Intensive Care Erasme University Hospital Free University of Brussels, Brussels, Belgium


FULL TEXT  ESTRATTI


La recente disponibilità delle tecniche di visualizzazione dello spettro di polarizzazione ortogonali (OPS) ha permesso la visualizzazione del microcircolo direttamente al letto del malato critico. Viene presentata una revisione sistematica con particolare enfasi sulle recenti scoperte ed applicazioni nei processi fisiopatologici.
Usando le tecniche OPS diversi ricercatori hanno osservato alterazioni del microcircolo nei pazienti critici e soprattutto nei pazienti con sepsi e shock settico. Queste alterazioni comprendono una diminuzione della densità dei vasi ed un aumento del rapporto dei vasi capillari non perfusi o perfusi ad intermittenza e tali alterazioni sono completamente reversibili con la somministrazione topica di acetilcolina. Alterazioni simili sono state osservate nei pazienti con sepsi o con shock cardiogeno. Alterazioni persistenti del microcircolo sono associate all'insorgenza di disfunzione degli organi e morte. In aggiunta la reversibilità di queste alterazioni durante le procedure di rianimazione sono altamente predittive di sopravvivenza. Purtroppo gli effetti di molti interventi terapeutici nei pazienti critici non sono ancora ben definiti, sebbene siano disponibili i risultati degli esperimenti condotti sugli animali. In particolare, il ruolo della somministrazione di liquidi, di emotrasfusioni, della terapia inotropa, vasoattiva e dei farmaci anestetici deve ancora essere indagata.
Il microcircolo riveste un ruolo importante nella patogenesi dello shock della disfunzione degli organi, soprattutto nella sepsi. Gli effetti degli interventi terapeutici sul microcircolo devono ancora essere indagati. Le tecniche OPS possono diventare uno strumento utile per il monitoraggio dei pazienti con disfunzioni circolatorie.

inizio pagina