Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2005 October;71(10) > Minerva Anestesiologica 2005 October;71(10):595-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

CASI CLINICI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2005 October;71(10):595-9

lingua: Italiano, Inglese

Anestesia epidurale toracica alta per chirurgia del pericardio

De Bellis P. 1, Delfino R. 1, Robbiano F. 1, Martinelli L. 2

1 Department of Anesthesia and Intensive Care San Martino Hospital, Genoa, Italy
2 Department of Cardiac Surgery San Martino Hospital, Genoa, Italy


FULL TEXT  


Sono stati riportati in questo lavoro 3 casi riguardanti pazienti di 77, 61 e 58 anni affetti da pericardite costrittiva (con versamento e tamponamento cardiaco relativo) i quali furono sottoposti ad intervento di finestra pleuropericardica in anestesia epidurale toracica (T1-T2 o T2-T3) a paziente completamente sveglio. Il decorso operatorio e postoperatorio risultò privo di complicanze. Durante la fase pneumotoracica i parametri vitali e della respirazione rimasero gli stessi in confronto con quelli di base. Il controllo del dolore fu eccellente. Sulla scorta di queste prime esperienze gli autori concludono che la minitoracotomia in pazienti svegli per la manipolazione cardiaca è una tecnica possibile e sicuramente affidabile.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail