Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9) > Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9):517-20

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

REVIEW  III MEETING OF PAIN SECTION OF SIAARTI
INTERNATIONAL J. J. BONICA MEMORIAL
Capo Calavà (Messina), 20-23 Settembre 2004


Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9):517-20

lingua: Inglese

Obstetric anesthesia - Then and now

Chadwick H. S.

Department of Anesthesiology University of Washington, Seattle, WA, USA


FULL TEXT  


Nel 1947 John Bonica, quale direttore del Dipartimento di Anestesia del Tacoma Hospital organizzò uno dei primi servizi attivi 24/h per l’anestesia ostetrica e nel 1960, quando andò a dirigere il nuovo Dipartimento di Anestesia dell’Univesità di Washington, l’anestesia caudale era la tecnica più utilizzata per l’analgesia nel parto. Nel 1967 pubblicò la prima edizione del suo famoso testo “Principles and practice of obstetric analgesia and anesthesia”, che raccoglieva tutto lo scibile allora conosciuto sull’argomento. Lo sviluppo maggiore in anestesia ostetrica degli ultimi 20 anni è stato determinato, probabilmente, dall’introduzione dell’analgesia con oppioidi per via spinale. Bonica predisse questo successo nell’ultima edizione, nel 1980, del suo testo “Obstetric analgesia and anesthesia”. Gli insegnamenti di John J. Bonica hanno cambiato l’anestesia in ostetricia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail