Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9) > Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9):507-16

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

REVIEW  III MEETING OF PAIN SECTION OF SIAARTI
INTERNATIONAL J. J. BONICA MEMORIAL
Capo Calavà (Messina), 20-23 Settembre 2004


Minerva Anestesiologica 2005 September;71(9):507-16

lingua: Inglese

Stereochemistry in anaesthetic and analgetic drugs

Mather L. E.

University of Sydney at Royal North Shore Hospital St Leonards, Sydney, Australia


FULL TEXT  


Gli isomeri sono sostanze che hanno lo stesso numero dello stesso tipo di atomi, disposti in maniera differente. Si dividono in 2 grandi categorie: isomeri costituzionali (o strutturali) e stereoisomeri. Questi ultimi hanno gli stessi atomi, configurati nella stessa posizione ma organizzati diversamente dal punto di vista spaziale. Gli enantiomeri sono stereoisomeri con un'immagine speculare. I farmaci racemici possono avere degli aspetti farmacologici complessi, poiché le loro componenti enantiomeriche solitamente possiedono differenti proprietà farmacocinetiche e differenti effetti farmacodinamici. Una farmacologia enantioselettiva si può avere in qualunque punto dell'organismo ove il farmaco interagisca con un centro chirale. In questa presentazione verrà mostrata l'importanza della chiralità per quanto attiene potenza, uptake, distribuzione ed eliminazione del farmaco, con particolare riguardo a 2 farmaci anestetici, la bupivacaina e il tiopentone.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail