Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2005 Giugno;71(6) > Minerva Anestesiologica 2005 Giugno;71(6):325-34

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

  SMART 2005 - Milano, 11-13 maggio 2005


Minerva Anestesiologica 2005 Giugno;71(6):325-34

lingua: Inglese

Morbidity and mortality related to anesthesia outside the operating room

Melloni C.

Anestesia and Resuscitation Service Civil Hospital Faenza, Ravenna, Italy


FULL TEXT  


La morbidità e la mortalità correlate alla sedazione o all’anestesia eseguite in sedi diverse dalla sala operatoria non sono ancora state studiate, ma si pensa che rappresentino un problema rilevante a causa dell’aumentata necessità di somministrare sedazione/anestesia in luoghi disagiati per un ampia gamma di procedure diagnostiche ed operatorie (endoscopia, radiologia, risonanza magnetica) e per la mancanza di monitoraggio, l’inadeguato addestramento del personale, la carenza dello staff. Molte sono le complicanze possibili per i pazienti, quali lo shock anafilattico, l’ipotermia accidentale, difficoltà a mantenere la pervietà delle vie aeree, l’aspirazione, la nausea e il vomito. Per gli anestesisti si può avere esposizione alla polluzione, alle radiazioni, ai campi elettromagnetici, alle cadute e ai traumi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail