Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2005 Aprile;71(4) > Minerva Anestesiologica 2005 Aprile;71(4):137-46

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2005 Aprile;71(4):137-46

lingua: Italiano, Inglese

Analgesia perioperatoria in chirurgia polmonare

Palermo S. 1, Gastaldo P. 2, Malerbi P. 2, Benvegnù G. 2, Nicoscia S. 1, Launo C. 1

1 Pain Therapy Unit University of Genoa, Genoa
2 DiSCAT Anaesthesia Department University of Genoa, Genoa


FULL TEXT  ESTRATTI


Obiettivo. In chirurgia polmonare, molti studi hanno dimostrato che il dolore associato ai residui dell’anestesia, comporta una riduzione dei volumi polmonari e del riflesso della tosse con conseguente aumentata incidenza di morbilità e mortalità postoperatoria. I sistemi di controllo del dolore postoperatorio più utilizzati vedono l’analgesia continua sistemica e quella epidurale.
Scopo di questo studio è confrontare le 2 tecniche al fine di verificarne i relativi vantaggi clinici.
Metodi. Lo studio è stato condotto su 2 gruppi omogenei di 50 pazienti sottoposti a vari tipi di interventi sul polmone.
Ai pazienti assegnati al gruppo A è stata praticata un’analgesia per via peridurale con somministrazione tramite pompa elastomerica di naropina 0,2%+fentanyl 4 µg/ml alla velocità di 5 ml/ora. Ai pazienti assegnati al gruppo B l’analgesia è stata ottenuta tramite la somministrazione per via sistemica di un’infusione continua con pompa elastomerica di una miscela di tramadolo 600 mg + ketorolac trometamina 120 mg + ranitidina 200 mg + ondansetron 16 mg.
Risultati. L’analgesia è risultata valida in entrambi i gruppi con pain relief a riposo da 3 a 1,7 nel gruppo B e da 2,5 a 0,4 nel gruppo A. Il dolore incident è risultato essere al risveglio in media 4,8 nel gruppo B, mentre nel gruppo a è variato da 3,2 a 1,8 ai rispettivi tempi.
Conclusioni. I datai registrati hanno dimostrato che entrambe le tecniche analgesiche sono in grado di garantire un buon controllo del dolore post-toracotomia a riposo. L’analgesia epidurale ha mostrato maggiore efficacia nel controllo del dolore incident, per contro ha mostrato maggiori difficoltà di realizzazione e di accettabilità da parte del paziente.

inizio pagina