Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2005 Gennaio-Febbraio;71(1-2) > Minerva Anestesiologica 2005 Gennaio-Febbraio;71(1-2):27-38

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

REVIEW  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2005 Gennaio-Febbraio;71(1-2):27-38

lingua: Inglese

Problemi con la narcosi durante taglio cesareo

Lyons G., Akerman N.

Department of Obstetric Anaesthesia St. James University Hospital, Leeds, UK


FULL TEXT  ESTRATTI


Questa non è una revisione generale dei problemi legati alla narcosi durante taglio cesareo, ma sono stati presi in considerazione gli aspetti più importanti. I vecchi problemi ci accompagnano ancora, ma le loro manifestazioni sono forse più sottili da quando le tecniche anestesiologiche sono diventate più sofisticate. Molti dei problemi ce li poniamo da soli, ma il senno di poi è utile solo se lo applichiamo nel futuro. La sicurezza della madre viene ben garantita dalla continua espansione dell’uso dell’anestesia regionale, ma dobbiamo essere preparati per i problemi che ci creiamo assicurandoci che gli anestesisti siano adeguatamente preparati all’utilizzo occasionale di anestetici generali, possibilmente con maggior aiuto dalla simulazione.

inizio pagina