Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2004 December;70(12) > Minerva Anestesiologica 2004 December;70(12):823-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

REVIEW  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2004 December;70(12):823-30

lingua: Inglese

Post-dural puncture headache in the obstetric patient: an old problem. New solutions

Kuczkowski K. M. 1,2

1 Department of Anesthesiology University of California, San Diego, CA, USA
2 Department of Reproductive Medicine University of California, San Diego, CA, USA


FULL TEXT  


Sono trascorsi oltre 100 anni dalla prima descri-zione della cefalea postpuntura durale. Tuttavia, questa particolare entità clinica continua ad affascinare gli anestesisti, come testimoniano le numerose pubblicazioni che trattano la sua fisiopatologia, prevenzione e terapia. L’incidenza della cefalea postpuntura durale presenta una considerevole variabilità, dal momento che influenzata da diversi fattori, quali l’età, il sesso, lo stato di gravidanza e la tipologia e le dimensioni dell’ago utilizzato. La paziente ostetrica presenta un rischio elevato di puntura durale (e conseguente cefalea postpuntura durale), a causa del sesso, dell’età giovanile e dell’applicazione diffusa dell’anestesia regionale. Secondo la letteratura, l’incidenza della cefalea postpuntura durale nelle donne partorienti in seguito all’utilizzo di un ago con calibro elevato è compresa tra il 76% e l’85%. Sono state proposte alcune misure per la prevenzione della cefalea postpuntura durale (iniezione intratecale di soluzione salina, inserzione del catetere epidurale nello spazio subaracnoideo attraverso il foro durale), tuttavia fino ad ora nessuna di queste ha dimostrato di possedere una comprovata efficacia. Il presente articolo offre una rassegna delle tecniche piú recenti (mantenimento del volume del liquido cefalorachidiano) finalizzate alla prevenzione della cefalea postpuntura durale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail