Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2004 September;70(9) > Minerva Anestesiologica 2004 September;70(9):643-50

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2004 September;70(9):643-50

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

L’analgesia epidurale per il travaglio e il parto: evidenze attuali

Marucci M. 1, Fiore T. 2

1 Operative Unit of Anesthesia and Resuscitation II, Polyclinic Hospital, Bari, Italy
2 Anesthesia and Resuscitation Division Department of Emergency and Organ Transplantation University of Bari, Bari, Italy


FULL TEXT  


Attualmente, la medicina delle prove di efficacia (evidence-based medicine, EBM) indica che il travaglio e il parto in analgesia epidurale (epidural analgesia, EA) non è associato al parto cesareo e vaginale strumentale per distocia. Questa evidenza è ottenuta da studi sperimentali con variabilità nella gestione clinica del travaglio. Un bilanciamento ottimizzato, tra la pratica anestesiologica e ostetrica, è di vitale importanza nell’assicurare il parto spontaneo. La dose totale di anestetico locale per l’EA può essere associata al parto operativo quando vi è mancanza di standardizzazione nelle cure ostetriche e di cointerventi nel ridurre gli effetti indesiderati dell’EA. Inoltre, l’introduzione dell’EA con bassi dosaggi di soluzioni combinate di anestetici locali e oppioidi può produrre un nuovo bilanciamento con la gestione ostetrica. Conoscenze fisiologiche e farmacologiche, insieme a risultati di recenti studi, suggeriscono che la tecnica dell’EA con basso dosaggio causa minimi effetti negativi sull’andamento del travaglio ed è efficace e sicura per esiti materni e neonatali. La comunicazione interna tra ostetrico e anestesista è essenziale per ottimizzare la gestione del travaglio in EA. Procedure di gestione della qualità come medical audit and peer review dovrebbero essere routinariamente praticate per raggiungere questo obiettivo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail