Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2004 May;70(5) > Minerva Anestesiologica 2004 May;70(5):273-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ANESTESIA  SMART 2004 - Milano, 12-14 maggio 2004


Minerva Anestesiologica 2004 May;70(5):273-8

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Anestesia e patologie concomitanti: l’anestesia nell’anziano

Proietti R., Aceto P., De Cosmo G.

Dipartimento di Anestesiologia e Rianimazione, Policlinico Universitario “A. Gemelli”, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma, Italia


FULL TEXT  


L’aumento dell’età media fa sì che un gran numero di soggetti anziani sia sottoposto a procedure chirurgiche e, tra queste, gli interventi di chirurgia maggiore, cardiovascolare, ortopedica e addominale espongono questi soggetti ad una morbilità e mortalità postoperatoria rilevante. Questa non è legata solo all’età avanzata che è riconosciuta come fattore di rischio indipendente ma è il risultato dell’invecchiamento e della maggiore prevalenza di patologie cardiache e polmonari. È indubbio che giocano un ruolo non secondario le così dette modificazioni fisiologiche riscontrabili anche nei soggetti senza patologie riconosciute. Una riduzione della riserva funzione degli organi impone un’attenta valutazione preoperatoria che tenga conto della riserva cardiovascolare e delle modificazioni fisiologiche e patologiche dell’apparato respiratorio che predispongono all’ipossiemia e favoriscono le complicanze infettive postoperatorie. Non vanno, ad ogni modo, trascurate le modificazioni farmacocinetiche e farmacodinamiche che impongono una personalizzazione del dosaggio farmacologico. Particolare attenzione va posta anche alla prevenzione della disfunzione cognitiva postoperatoria che favorisce la comparsa di complicanze e condiziona negativamente il recupero funzionale postoperatorio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail