Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2004 April;70(4) > Minerva Anestesiologica 2004 April;70(4):151-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

TERAPIA INTENSIVA  SMART 2004 - Milano, 12-14 maggio 2004


Minerva Anestesiologica 2004 April;70(4):151-7

lingua: Italiano

Ventilazione meccanica non invasiva nell’edema polmonare acuto cardiogeno: tutto chiarito?

Iapichino G., Giacomini M., Bassi G., Borotto E., Minuto A

Istituto di Anestesia e Rianimazione, Ospedale San Paolo Universitá degli Studi di Milano, Milano


FULL TEXT  


Lo scopo del lavoro è proporre un’analisi critica dei risultati ottenuti dalla letteratura recente in merito all’applicazione della ventilazione meccanica non invasiva nel trattamento dell’edema polmonare acuto cardiogeno ed evidenziare quegli aspetti che richiedono ulteriori approfondimenti.
Abbiamo selezionato da MEDLINE e da bibliografie una lista tra gli articoli più citati. La letteratura è stata analizzata e proposta in base ad un modello per argomenti.
Sono stati analizzati tutti gli studi che valutano l’applicazione della ventilazione meccanica non invasiva nel trattamento dell’ edema polmonare acuto o nell’ insufficienza respiratoria acuta a patogenesi mista, nella quale fossero compresi casi di edema polmonare.
Sono state introdotte nuove interpretazioni sulla patofisiologia dell’edema polmonare. Nonostante pochi lavori analizzino la ventilazione non invasiva al di fuori della terapia intensiva, un interesse crescente si rileva in merito all’opportunità di trasferire questa metodica in ambienti differenti conservando l’alto livello di criticità della popolazione selezionata. Nessuno studio randomizzato controllato ha ancora stabilito se la ventilazione assistita sia effettivamente superiore alla pressione positiva continua ma differenti lavori sembrano escludere rischi potenziali nell’uso delle tecniche assistite. A proposito dei fattori predittivi di fallimento nella ventilazione non invasiva, al momento dell’ ammissione ospedaliera, non sembra esistere un accordo comune.
Un ampio gruppo di lavori supporta l’evidenza dell’ efficacia della ventilazione non invasiva nel trattamento dell’edema polmonare acuto e ne garantisce la sicurezza in ambiente intensivo. Pochi studi sono invece stati rivolti ad esplorare la sua applicazione nell’edema polmonare acuto severo al di fuori della terapia intensiva. Questo tipo di utilizzo potrebbe riaccendere l’ attenzione su nuovi e vecchi capitoli aperti quali i criteri di selezione, la durata della ventilazione, il tipo di metodica e i fattori predittivi di fallimento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail