Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2003 Maggio;69(5) > Minerva Anestesiologica 2003 Maggio;69(5):342-7

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036

 

Minerva Anestesiologica 2003 Maggio;69(5):342-7

SMART 2003 - Milano, 28-30 maggio 2003 

 TERAPIA INTENSIVA

New approaches for the prevention of airway infection in ventilated patients. Lessons learned from laboratory animal studies at the National Institutes of Health

Berra L. 1, Panigada M. 1, De Marchi L. 1, Greco G. 1, Xi Yu Z. 2, Baccarelli A. 3, Pohlmann J. 1, Co­stello K.F. 1, Ap­pleton J. 1, Mahar R. 1, Lewandowski R. 1, Ravitz L. 1, Ko­lobow T. 1

1 Pulmonary and Cardiac Assist Devices, Pulmonary Critical Care Medicine Branch, National Heart Lung Blood Institute, NIH, Bethesda, MD, USA
2 Pathology Core, Pulmonary Critical Care Medicine Branch, National Heart Lung Blood Institute, NIH, Bethesda, MD, USA
3 Genetic Epidemiology Branch, Division of Cancer Epidemiology and Genetics, National Cancer Institute, NIH, Bethesda, MD, USA

Nonostante la diagnosi precoce e la terapia antibiotica appropriata, la polmonite associata alla ventilazione artificiale rappresenta tuttora la principale causa di morte da infezione nosocomiale nei pazienti con ventilazione assistita. Le strategie per la prevenzione della colonizzazione batterica della trachea e dei polmoni costituiscono l’intervento fondamentale per diminuire la mortalità, la durata della degenza in ospedale e i costi di cura.
È stato ampiamente dimostrato che la polmonite associata alla ventilazione artificiale può essere causata dall’ingresso delle secrezioni orofaringee/gastriche infette nelle basse vie aeree. L’aspirazione si può verificare in occasione delle seguenti manovre: 1) intubazione; 2) ventilazione meccanica, attraverso drenaggio attorno alla cuffia del tubo tracheale; 3) suzione del tubo tracheale, in quanto i batteri si possono staccare dal biofilm del tubo stesso; 4) aerosolizzazione del biofilm batterico durante la ventilazione meccanica attraverso il tubo tracheale o il biofilm del circuito di ventilazione.
Da studi sperimentali condotti sulle pecore, noi abbiamo raggiunto tre importanti conclusioni:
1) il tubo tracheale e il collo devono essere orientati in senso orizzontale o sotto l’orizzonte al fine di prevenire l’aspirazione delle secrezioni colonizzate e la conseguente colonizzazione batterica delle basse vie respiratorie;
2) l’aspirazione continua delle secrezioni subglottidee può diminuire la colonizzazione batterica dell’albero respiratorio, ma al prezzo di un grave danno a carico della mucosa tracheale nel punto di contatto con il tubo di suzione;
3) la copertura della superficie interna del tubo tracheale mediante agenti battericidi è in grado di prevenire la colonizzazione batterica della superficie del tubo e dell’intero albero respiratorio, durante 24 ore di ventilazione meccanica.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina