Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2003 April;69(4) > Minerva Anestesiologica 2003 April;69(4):320-3

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

NURSING  SMART 2003 - Milano 28-30 maggio


Minerva Anestesiologica 2003 April;69(4):320-3

lingua: Italiano

Ruolo infermieristico nella valutazione del paziente settico

Moraschini F. 1, Vitali V. 1, Togni I. 1, Riboli B. 2, Marchesi G. 1, Fumagalli R. 1

1 Dipartimento di Anestesia e Rianimazione Azienda Ospedaliera, Ospedali Riuniti di Bergamo Università degli Studi di Milano Bicocca, Bergamo, Italia
2 Dipartimento di Nefrologia e Dialisi Azienda Ospedaliera, Ospedali Riuniti di Bergamo, Bergamo, Italia


FULL TEXT  


L’infermiere di Terapia Intensiva oltre a svolgere un ruolo prioritario nel riconoscimento della Sindrome della Risposta Infiammatoria Sistemica, primo gradino di una lunga serie di modificazioni pro-infiammatorie e pro-coagulative che si creano in risposta ad una infezione, deve essere in grado di riconoscere le molteplici manifestazioni che caratterizzano la sofferenza viscerale tipica del malato affetto da sepsi severa e deve essere in grado di collaborare attivamente durante il trattamento di questi complessi quadri clinici.
Per questo motivo per ogni organo/apparato coinvolto nella sofferenza multiviscerale secondaria a sepsi vengono elencati i rischi, i sistemi di monitoraggio ritenuti più efficaci, le manifestazioni cliniche più ricorrenti ed il coinvolgimento infermieristico nel loro trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail