Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 Maggio;68(5) > Minerva Anestesiologica 2002 Maggio;68(5):475-80

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036

 

Minerva Anestesiologica 2002 Maggio;68(5):475-80

SMART 2002 Milano 29-31 maggio 2002 

 ANTITHROMBIN III IN SEVERE SEPSIS

Utilizzo e Nursing dell’elmetto nella ventilazione non invasiva

Scandroglio M., Piccolo U., Mazzone E., Agrati P., Aspesi M., Gamberoni C., Severgnini P., Di Stella R., Chiumello D., Minoja G., Pelosi P.

From the Università degli Studi dell’Insubria Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche Servizio di Anestesia e Rianimazione B Azienda Ospedaliera Universitaria
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi - Varese *Università degli Studi - Milano Istituto di Anestesia e Rianimazione Ospedale Maggiore Policlinico - IRCCS - Milano

La pressione positiva continua di fine espirazione (CPAP) e la ventilazione a supporto di pressione (PSV) sono metodiche di supporto respiratorio di comune uso nella terapia di diverse forme di insufficienza respiratoria. La CPAP e la PSV possono essere utilizzate sia durante ventilazione meccanica invasiva, attraverso il tubo endotracheale o la tracheostomia, sia durante ventilazione non invasiva.
La ventilazione non invasiva (NIV) è comunemente in uso per la terapia di diverse forme di insufficienza respiratoria (COPD, svezzamento da ventilazione meccanica invasiva, edema cardiogeno, …) e l’elmetto potrebbe essere considerato un nuovo device con un’efficacia simile ma con una miglior compliance, rispetto alla comune maschera facciale. La metodica di ventilazione è inoltre resa più efficiente poiché meglio tollerata dai pazienti che possono anche interagire con l’ambiente circostante. Il nursing dei pazienti assistiti e ventilati mediante l’elmetto, nonché la gestione del device, non comportano un aumento del carico di lavoro infermieristico.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina