Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 May;68(5) > Minerva Anestesiologica 2002 May;68(5):381-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

SUPPORT VENTILATION  SMART 2002 Milano 29-31 maggio 2002


Minerva Anestesiologica 2002 May;68(5):381-6

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Supporto respiratorio extracorporeo e ventilazione mininvasiva in ARDS grave

Frenckner B., Palmér P. *, Lindén V. *

From the Astrid Lindgren Children’s Hospital Karolinska Hospital, Karolinska Institutet Stockholm, Sweden Department of Pediatric Surgery
*Department of ECMO


FULL TEXT  


Background. Valutazione dei risultati del trattamento dell’ARDS con supporto di circolazione extracorporea (ECLS), minima sedazione e ventilazione a basse pressioni.
Disegno dello studio: studio osservazionale presso centro di riferimento di terzo livello, reparto di terapia intensiva, Astrid Lingren Children’s Hospital, Karolinska Hospital, Stoccolma, Svezia.
Pazienti: 38 pazienti di età compresa tra 17 e 61 anni (media 38) con ARDS grave. Punteggio di Murray del danno polmonare, valore medio: 3.5 (3.0 N 4.0); rapporto PaO2/FiO2 medio: 47 (31-65).
Interventi: I pazienti sono stati trattati con ECLS veno-venosa o veno-arteriosa dopo il fallimento della terapia respiratoria convenzionale. E’ stato utilizzato un circuito di ECLS con superfici non eparinate. I pazienti erano minimamente sedati e sottoposti a ventilazione con pressure-support. Sono state evitate alte pressioni inspiratorie.
Risultati. 25 dei 38 pazienti sono sopravvissuti (percentuale di sopravvivenza 66%) dopo 2-57 giorni di ECLS (media 17). Durante il periodo in circolazione extracorporea alcuni pazienti hanno subito interventi di chirurgia maggiore.
Conclusioni. Un’alta percentuale di sopravvivenza può essere ottenuta in pazienti adulti con ARDS grave utilizzando ECLS, minimi livelli di sedazione e ventilazione in pressure support con basse pressioni inspiratorie.
Le complicanze chirurgiche sono suscettibili di trattamento chirurgico durante ECLS e i problemi di sanguinamento possono essere controllati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail