Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4) > Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4):266-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

INFECTIONS  SMART 2002 Milano 29-31 maggio


Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4):266-8

lingua: Inglese

La pronazione nella prevenzione delle infezioni polmonari

Beuret P.

From the Inten­sive ­Care ­Unit, Cen­tre Hos­pi­ta­li­er, ­Roanne, ­France


FULL TEXT  


L’infezione polmonare è frequente in pazienti con danno cerebrale. È stata riconusciuta come un fattore indipendente di prognosi negativa per l’outcome neurologico ed è necessario instaurare misure preventive. Abbiamo studiato la posizione prona nella prevenzione delle ventilator-associated pneumonia (VAP) in pazienti in coma con danno cerebrale in uno studio randomizzato. 25 pazienti sono stati arruolati nel gruppo posizione prona (PP): la posizione prona è stata mantenuta per alcune ore ogni giorno fino a quando le condizioni hanno consentito il passaggio alla posizione seduta in poltrona; 26 pazienti sono stati inclusi nel gruppo posizione supina (SP). Le principali caratteristiche dei pazienti dei due gruppi erano simili al momento della randomizzazione. L’end point principale è stato l’indice di peggioramento del polmone, definito come un aumento di almeno un punto del Lung Injury Score rispetto al momento della randomizzazione. L’incidenza di peggioramento del polmone è stata inferiore nel gruppo prono (12%) rispetto al gruppo supino (50%) (p=0,003). L’incidenza di VAP è stata del 20% nel gruppo prono e del 38,4% nel gruppo supino (p=0,14). Non si è verificata nessuna complicanza attribuibile alla posizione prona. In conclusione, gli effetti benefici della posizione prona nel prevenire le infezioni polmonari nei pazienti con danno cerebrale non sono ben definiti. In questi pazienti, la posizione prona può utilmente evitare il peggioramento della funzionalità polmonare, specialmente dal punto di vista dell’ossigenazione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail