Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4) > Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4):245-7

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036

 

Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4):245-7

SMART 2002 Milano 29-31 maggio 

 SEDATION

La sedazione in terapia intensiva

Ball J.

From the Lecturer in Intensive Care Medicine St. George’s Hospital Medical School, London, UK

I pazienti ricoverati in terapia intensiva necessitano spesso di sedazione. Obbiettivo della sedazione è il benessere del paziente, la riduzione del consumo periferico di ossigeno e la agevolazione dell’assistenza. La sedazione eccessiva può provocare instabilità emodinamica, ritardare lo svezzamento respiratorio, aumentare l’incidenza di infezioni nosocomiali ed allungare la degenza in terapia intensiva. Vengono discussi gli obbiettivi della titolazione dei farmaci usati per la sedazione in terapia intensiva.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina