Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4) > Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4):214-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

TOWARDS AN ETHICAL MANAGEMENT OF INTENSIVE CARE  SMART 2002 Milano 29-31 maggio


Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4):214-8

lingua: Inglese

Principi, protocolli e pazienti: gestione pratica di un limite in terapia intensiva

Zamperetti N., Carraro R., Marafon S., Abbate A., Lieta E., Piccinni P., Dan M.

From the Department of Anesthesia and Intensive Care Medicine San Bortolo Hospital, Vicenza (Italy)


FULL TEXT  


La definizione e la gestione di un limite in terapia intensiva (TI) è un problema frequente ma talvolta estremamente complesso. Nell’intento di aiutare gli operatori sanitari, sono state pubblicate linee guida e documenti di raccomandazione. Tuttavia, permangono molti problemi. Le norme giuridiche sono spesso vaghe e derivano più dall’interpretazione di diversi principi non sempre correlati al problema (e diversi da nazione a nazione) che da chiare leggi specifiche.
La gestione pratica di un limite in terapia intensiva è quindi codificata da una doppia normatività: una esterna (o estrinseca), che deriva dai valori culturali, morali e giuridici espressi dalla società, ed una moralità interna (o intrinseca) dipendente dalla particolare situazione clinica ed umana, cioè dai valori di ognuno dei soggetti coinvolti (il malato, i suoi familiari, gli operatori sanitari) e dalle relazioni fra queste persone. Il considerevole grado di libertà decisionale che si può raggiungere con una comunicazione aperta ed efficace è un potenziale prezioso che va usato per gestire la migliore decisone dal punto di vista del malato e dei suoi familiari.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail