Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4) > Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4):186-91

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

THE ACUTE CARDIAC PATIENT  SMART 2002 Milano 29-31 maggio


Minerva Anestesiologica 2002 April;68(4):186-91

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Terapia trombolitica nella rianimazione cardiopolmonare

Snyder-Ramos S. A., Motsch J., Martin E., B. W. Böttiger B. W.

From the Department of Anaesthesiology University of Heidelberg, Heidelberg, Germany


FULL TEXT  


Recentemente diversi sforzi sono stati sostenuti per comprendere gli effetti della trombolisi durante la rianimazione cardiopolmonare (CPR) in pazienti con embolia polmonare massiva o infarto miocardico acuto. Una di queste due condizioni è la principale causa di deterioramento nei pazienti con arresto cardiaco. Nonostante ciò la trombolisi non viene condotta durante la CPR per timore di gravi complicanze emorragiche. Un crescente numero di studi clinici suggerisce che terapia trombolitica durante CPR può contribuire alla stabilizzazione emodinamica e alla sopravvivenza nei pazienti con embolia polmonare massiva e infarto miocardico acuto quando le comuni procedure di CPR sono state condotte senza successo.
A prescindere dall’azione specifica degli agenti trombolitici sulla embolia polmonare e la trombosi coronarica, dati sperimentali indicano che la trombolisi durante CPR può migliorare la riperfusione del microcircolo, che può essere molto importante nel tessuto cerebrale. In accordo con questi dati è stato dimostrato che subito dopo l’arresto cardiaco si ha una attivazione marcata della coagulazione senza adeguata attivazione della fibrinolisi endogena.
La trombolisi durante CPR è una strategia di trattamento che può essere condotta su base individuale in pazienti con embolia polmonare o infarto miocardico acuto. Potrà diventare una misura di routine se in futuro saranno disponibili risultati positivi di studi clinici controllati randomizzati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail