Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4) > Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4):171-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

PROBLEMS IN ORTHOPEDIC ANESTHESIA  SMART 2002 Milano 29-31 maggio


Minerva Anestesiologica 2002 Aprile;68(4):171-7

lingua: Italiano

Anestesia epidurale vs generale

Borghi B. 1, Laici C. 2, Iuorio S. 3, Casati A. 4, Fanelli G. 4, Celleno D. 5, Michael M. 6, Serafini P. L. 7, Pusceddu A. 8 per conto del Gruppo di Studio Siaarti sull’Anestesia in Ortopedia

1 Modulo Dipartimentale per il coordinamento della Ricerca in Anestesia IRCCS Istituti Ortopedici Rizzoli (Bologna) N. Montone, H. van Oven, F. Mazzanti Servizio di Anestesia e Rianimazione, IRCCS Istituti Ortopedici Rizzoli (Bologna) U. Righi, S. Bugamelli, A. Ricci, M. L. Nepoti
2 Scuola di Specializzazione in Anestesia e Rianimazione, Università degli Studi - Bologna
3 Istituto Emergenze Medico Chirurgiche Università degli Studi - Ancona: A. Luzi, L. Sinkovets, G. Mercuri
4 IRCCS H. San Raffaele (Milano): A. Albertin
5 Ospedale FBF, Isola Tiberina (Roma): P. Costantino
6 Casa di cura S. Maria Castellanza (VA): M. Morandini, A. Solmi, M. Caldi
7 Ospedale S. Agostino, Modena: A. Menegon, M. P. Rambaldi
8 Ospedale di Desio: M. H. Rusconi, E. Storti G. Arosio Analisi statistica: E. Pignotti


FULL TEXT  


Obiettivo. Lo scopo di questo studio è di determinare se ed in che modo la tecnica anestesiologica possa influenzare significativamente l’outcome dei pazienti dopo chirurgia ortopedica maggiore in termini di: patrimonio di globuli rossi (perdite ematiche ed eritropoiesi), incidenza di complicanze intra e postoperatorie, controllo del dolore postoperatorio e degenza postoperatoria.
Metodi. 210 pazienti, ASA physical status I-III, candidati ad intervento elettivo di primo impianto di protesi totale d’anca sono stati randomizzati in tre gruppi di 70 pazienti, riceventi o anestesia epidurale (Gruppo AE) o anestesia generale (AG), o anestesia epidurale integrata con anestesia generale leggera (AI).
Risultati. Dai dati raccolti emerge una significativa differenza tra i livelli di dolore rilevati tramite VRS nell’immediato postoperatorio: dolore assente prevalente nei gruppi AI (84,3%) ed AE (85,7%) e dolore forte e moderato prevalente nel gruppo AG (34,3%). La misurazione della massa eritrocitaria circolante basale, in I, III e V giornata del postoperatorio, mediante la formula di Mercuriali, che tiene conto delle perdite ematiche, delle trasfusioni sia autologhe che omologhe e dell’eritropoiesi, ha evidenziato un significativo ritardo nella ripresa dell’emopoiesi nei pazienti in anestesia generale. Tale effetto risulta attenuato dall’integrazione dell’anestesia epidurale con la generale.
Conclusioni. Sulla base dei dati della Letteratura e dei risultati del nostro studio, l’anestesia epidurale sembra essere la tecnica anestesiologica più idonea per i pazienti sottoposti in elezione ad intervento di artroplastica totale d’anca: per una più efficace copertura antalgica, per la tendenza a presentare una minor incidenza di complicanze nelle prime 24 ore dopo l’intervento. L’incidenza di ipotensione significativa è minore rispetto all’anestesia integrata epidurale-generale. L’anestesia generale ha dimostrato presentare una significativa diminuzione dell’eritropoiesi postoperatoria.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail