Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 Gennaio-Febbraio;68(1-2) > Minerva Anestesiologica 2002 Gennaio-Febbraio;68(1-2):37-43

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036

 

Minerva Anestesiologica 2002 Gennaio-Febbraio;68(1-2):37-43

TERAPIA INTENSIVA 

 ARTICOLI ORIGINALI

Bispectral Index e Ramsay ­score nei pazien­ti crit­i­ci: ­quale futu­ro?

Mondello E., Panasiti R., Siliotti R., Floridia D., David A., Trimarchi G. *

From the Department of Neurological, Anaesthesiological and Psychiatric Sciences
*Statistical Department University of Messina, Messina

Obiettivo. La ­recente intro­du­zi­one del Bispectral Index ha sug­ge­ri­to ­l’idea di un suo pos­si­bile uti­liz­zo per la val­u­taz­i­one del livel­lo di sedaz­i­one, apren­do ­così ­nuove fron­tiere nel­la ges­tione dei pazien­ti crit­i­ci. Infatti, men­tre la sua ­validità nel mis­urare gli effet­ti dei far­ma­ci ipnot­i­ci è sta­ta più ­volte pro­va­ta, rar­a­mente si è ricor­si al suo uti­liz­zo in Terapia Intensiva. Lo sco­po del­lo stu­dio è sta­to quel­lo di val­u­tare la cor­re­laz­i­one esis­tente tra BIS e Ramsay ­score e le sue var­i­az­i­o­ni con le mod­if­i­caz­i­o­ni del dosag­gio del sed­a­ti­vo, al ­fine di una sua pos­si­bile uti­liz­zaz­i­one in Terapia Intensiva.
Metodi. Nel nos­tro stu­dio ­sono sta­ti inse­ri­ti 20 pazien­ti, affet­ti da ­grave pat­o­lo­gia res­pir­a­tor­ia che neces­sit­a­va­no di sup­por­to ven­ti­lat­o­rio mec­can­i­co. Allo sco­po di mante­nere un Ramsay ­score ­pari a 4, tut­ti i pazien­ti ­sono sta­ti sot­to­pos­ti ad un pro­to­col­lo di sedaz­i­one con pro­pof­ol e/o mid­az­o­lam che pre­ve­de­va il ricor­so a tec­niche di infu­sione con­tin­ua. Il Ramsay ­score e il BIS dei pazien­ti ­sono sta­ti val­u­ta­ti con­tem­por­a­nea­mente da due osser­va­to­ri al tem­po 0 e ­ogni 30 min. Il BIS è sta­to cal­co­la­to, uti­liz­zan­do il ­valore ­medio su un minu­to di reg­is­traz­i­one, ­ogni vol­ta che si pro­ce­de­va ­alla val­u­taz­i­one del Ramsay ­score, per un ­totale di 960 osser­vaz­i­o­ni. Inoltre, del BIS è sta­ta oper­ata una reg­is­traz­i­one con­tin­ua ­allo sco­po di stab­i­lire un ­valore ­basale, cor­ris­pon­dente ad una con­diz­i­one di non stim­o­laz­i­one del ­paziente. Si pro­ce­de­va inol­tre ­alla reg­is­traz­i­one dei par­a­me­tri res­pir­a­to­ri e del mod­ulo ven­ti­lat­o­rio, dei far­ma­ci uti­liz­za­ti e dei par­a­me­tri vita­li dei pazien­ti.
Risultati. Con ­l’incremento del Ramsay ­score vi era un pro­gres­si­vo decre­men­to del BIS ­score (per un Ramsay ­score ­pari a 2, il BIS assu­me­va un ­valore di 88±15,1; per un Ramsay ­score ­pari a 6 il BIS era 52,2±10,7); tra BIS e dosag­gio di Propofol e tra Ramsay ­score e pres­sione arter­i­o­sa sis­tem­i­ca mas­si­ma.
Conclusioni. I ­dati otte­nu­ti mos­tra­no ­l’esistenza di una buo­na cor­re­laz­i­one tra Ramsay ­score e BIS.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina