Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2002 Gennaio-Febbraio;68(1-2) > Minerva Anestesiologica 2002 Gennaio-Febbraio;68(1-2):17-24

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva

Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036

Periodicità: Mensile

ISSN 0375-9393

Online ISSN 1827-1596

 

Minerva Anestesiologica 2002 Gennaio-Febbraio;68(1-2):17-24

TERAPIA INTENSIVA 

 ARTICOLI ORIGINALI

«Small volume resuscitation» nel ratto ipovolemico. Effetti sulla microcircolazione

Casali R., Buti G., Cantini Q. *, Novelli G. P.

Università degli Studi - Firenze Dipartimento dell’Area Critica Medico Chirurgica Sezione di Anestesia e Rianimazione.
*UO Anestesia e Rianimazione I, Azienda Ospedaliera Careggi, Firenze

Obiettivo. Numerosi lavori sperimentali e clinici hanno analizzato gli effetti emodinamici della “small volume resuscitation” durante le fasi iniziali dello shock emorragico. Allo stato attuale risultano tuttavia scarse le informazioni circa gli effetti microcircolatori. Lo scopo di questo studio è stato quello di valutare le variazioni della perfusione tissutale in ratti in stato di ipovolemia acuta, prima e dopo l’infusione di ringer lattato (RL), soluzione salina ipertonica (HS, NaCl 7,5%) o sangue.
Metodi. La microscopia vitale è stata utilizzata per visualizzare il microcircolo del mesoceco di ratti sottoposti a 30 minuti di ipovolemia acuta (MAP, pressione arteriosa media di 40 mmHg). I ratti sono stati rianimati con RL (volume infuso pari al volume di sangue prelevato), HS (volume infuso pari ad un settimo del volume di sangue prelevato) o sangue (volume uguale al volume di sangue prelevato). La perfusione è stata valutata mediante la stima della velocità di scorrimento dei globuli rossi. Sono state inoltre misurate MAP, pH e B.E.
Risultati. A 30 minuti dall’emorragia si è osservato una diminuzione molto marcata dei flussi capillari e in grado minore dei flussi arteriolari e venulari. L’infusione del RL non ha determinato variazioni apprezzabili dei flussi ematici microcircolatori. L’infusione di HS ha determinato miglioramenti dei flussi arteriolari e venulari, ma non di quelli capillari. L’infusione di sangue ha determinato una progressiva ripresa dei flussi arteriolari, venulari e capillari anche se a valori leggermente inferiori a quelli precedenti l’emorragia.
Conclusioni. Sia il RL che la HS non sembrano efficaci quanto il sangue nel ripristinare i flussi ematici microcircolatori nel mesoceco di ratti sottoposti a ipovolemia acuta.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina