Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2001 November;67(11) > Minerva Anestesiologica 2001 November;67(11):818-26

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

  ARTICOLI SPECIALI


Minerva Anestesiologica 2001 November;67(11):818-26

lingua: Italiano

Aspetti critici della comunicazione in Terapia Intensiva

Mazzon D., Mauri A. *, Rupolo G. P. **

U.O. di Anestesia e Rianimazione Ospedale di Belluno
*Ufficio Formazione ed Aggiornamento ULSS 9 Regione Veneto
**Centro Regionale Trapianti Regione Veneto


FULL TEXT  


La cattiva qualità della comunicazione interpersonale è oggi il principale motivo di insoddisfazione dei pazienti ricoverati in Terapia Intensiva (TI) e dei loro familiari. D’altro lato alla comunicazione interpersonale si attribuisce importanza come veicolo di informazione, come strumento di supporto psicologico e come efficace prevenzione dei contenziosi che spesso sorgono dalla scarsa qualità della comunicazione e quindi delle informazioni fornite. Essa pertanto risulta componente essenziale della cura. Il lavoro prende in esame i fattori che ostacolano la comunicazione da parte del medico con il paziente e con i familiari e le strategie percorribili per superarli. Emerge la necessità di un percorso di formazione da dedicare allo sviluppo della competenza relazionale e delle abilità comunicative che consenta anche nella specificità delle TI di promuovere processi decisionali condivisi fra curanti, pazienti e familiari, riducendo i contenziosi e migliorando la qualità dell’assistenza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail