Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2001 Luglio-Agosto;67(7-8) > Minerva Anestesiologica 2001 Luglio-Agosto;67(7-8):519-38

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA


Minerva Anestesiologica 2001 Luglio-Agosto;67(7-8):519-38

lingua: Italiano

Scale prognostiche in terapia intensiva: TRISS, SAPS II, APACHE III

Barbieri S., Michieletto E., Feltracco P., Meroni M., Salvaterra F., Scalone A., Gasparetto M., Pengo G., Cacciani N., Lodi G., Giron G. P.

Università degli Studi - Padova Dipartimento di Farmacologia ed Anestesiologia «Egidio Meneghetti» Sede di Anestesiologia e Rianimazione


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  


Obiettivo. Abbiamo condotto uno studio al fine di verificare la validità delle scale prognostiche SAPS II, APACHE III e TRISS per la predizione della mortalità nelle Unità di Terapia Intensiva (ICU) al momento dell’ammissione dei pazienti politraumatizzati. Sovente il risultato a distanza dei pazienti con traumi multipli è legato al grado di disfunzione fisiologica e all’estensione delle lesioni anatomiche, dell’età del paziente e del meccanismo lesivo.
Metodi. La popolazione selezionata consiste di 93 casi di pazienti politraumatizzati ricoverati nelle ICU dell’Ospedale Padova dall’ottobre 1998 ad ottobre 1999; con il termine di paziente politraumatizzato definiamo i pazienti con lesioni multiple di cui almeno una rischiosa per la vita a breve o medio termine. Abbiamo applicato a questi casi il punteggio APACHE III, SAPS II, il Punteggio Rivisitato Traumatologico ed il Punteggio di Gravità delle Lesioni. Il potere predittivo di ogni punteggio è stato valutato usando delle matrici di analisi decisionale al fine di paragonare l’efficacia osservata e predittiva con un criterio di selezione di 0,50 e di 0,40 per il rischio di morte ospedaliera.
Risultati. Tutti i punteggi di trauma analizzati hanno dimostrato un’accuratezza elevata, soprattutto se utilizzati con un test positivo al 40%.
Conclusioni. Le scale prognostiche utilizzate in questi studi hanno dimostrato una buona correlazione tra i casi osservati e quelli attesi, particolarmente per i sistemi TRISS e APACHE III. Il sistema APACHE III sembra essere il più affidabile dei punteggi analizzati. Questi sistemi prognostici sono raramente o occasionalmente utilizzati nelle ICU, di Padova e di tutta Italia, cosicché le casistiche italiane non sono utilizzabili per essere paragonate a quelle internazionali. A causa dell’emergenza, l’importanza delle scale di valutazione è sovente sottostimata, ma anche se richiedono tempo ed attenzione, il loro utilizzo è certamente utile nella valutazione della terapia, non solo nel paziente politraumatizzato.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail