Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2001 Giugno;67(6) > Minerva Anestesiologica 2001 Giugno;67(6):441-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  ANESTESIA


Minerva Anestesiologica 2001 Giugno;67(6):441-6

lingua: Italiano

Fast track in chirurgia dell’aorta addominale

Renghi A., Gramaglia L., Ciarlo M. *, Cerioli S. *, Albani A.

Ospedale degli Infermi - Biella
*Ospedale Regionale - Aosta


FULL TEXT  


Obiettivo. Valutare l’efficacia di un nuovo approccio perioperatorio nel migliorare l’outcome e nel ridurre la degenza dopo interventi sull’aorta addominale.
Metodi. Disegno sperimentale: studio osservazionale su pazienti operati nei periodi ottobre 1996-ottobre 1997 (Gruppo 1996) e novembre 1997-novembre 1998 (Gruppo 1998). Ambiente: unità di Anestesia di Ospedale Regionale. Pazienti: gruppo storico: 56 pazienti operati di bypass dell’aorta addominale nel 1996. Gruppo di confronto: 58 pazienti operati di bypass dell’aorta addominale nel 1998. Interventi: gruppo 1996: mantenimento dell’anestesia con isoflurane e fentanyl; infusione post-operatoria di mepivacaina 1% tramite catetere peridurale lombare. Gruppo 1998: realizzazione pre-operatoria di anestesia a T4 con bupivacaina 0,5% tramite catetere peridurale toracico; mantenimento con propofol, fentanyl e con bupivacaina 0,125% in infusione; in postoperatorio infusione peridurale di bupivacaina 0,125%, strategie di riabilitazione precoce (rapida rimozione di sondino nasogastrico e catetere vescicale, alimentazione e deambulazione precoce, fisiochinesiterapia). Valutazioni: efficacia dell’analgesia, giorno di deambulazione, di rimozione di catetere vescicale e sondino nasogastrico, di assunzione di cibi solidi e di canalizzazione, giorno di dimissione, complicanze maggiori.
Risultati. Nel Gruppo 1998 l’analgesia è risultata migliore. Inoltre si è osservato, un trend significativamente migliore in termini di più rapida rimozione di sondino nasogastrico e catetere vescicale, di più precoce alimentazione orale, canalizzazione alle feci e deambulazione. Significativamente ridotta è stata la degenza postoperatoria. Nel Gruppo 1998 si sono registrate meno complicanze.
Conclusioni. La realizzazione di un’anestesia totalmente endovenosa associata ad anestesia peridurale toracica ed integrata con strategie di riabilitazione precoce migliora l’outcome postoperatorio ed abbrevia la degenza dopo interventi sull’aorta addominale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail