Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5) > Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5):413-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

CASI CLINICI  TERAPIA ANTALGICA


Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5):413-7

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Stato di male asmatico complicato da polmonite trilobare e da miopatia acuta

Girardis M., Raffaelli M. *, Flore I. *, Pressacco C. *, Pasetto A.

Università degli Studi - Modena e Reggio Emilia Cattedra di Anestesiologia e Rianimazione
* Università degli Studi - Udine Cattedra di Anestesiologia e Rianimazione


FULL TEXT  


In questo caso clinico è descritta la storia di un giovane adulto trasferito presso la nostra terapia intensiva (TI) per grave insufficienza respiratoria da un’altra unità di terapia intensiva, dove era stato ricoverato dieci giorni prima per stato di male asmatico. Per la grave ipossiemia, all’arrivo presso la nostra TI il paziente fu immediatamente sottoposto a terapia con ossido nitrico per via inalatoria (iNO) che migliorò gli scambi gassosi polmonari. Una TC torace, eseguita dopo 24 ore, evidenziò un quadro di polmonite trilobare trattata con politerapia antibiotica. La somministrazione di iNO fu sospesa per un miglioramento degli scambi gassosi e per una relativa perdita di efficacia 96 ore dopo l’inizio. Alla sospensione dei farmaci sedativi e miorilassanti (somministrati in continuo per 15 giorni dal primo ricovero), si evidenziò un quadro di tetraparesi flaccida. La biopsia muscolare e l’elettromiografia indicarono un quadro di miopatia acuta da probabile associazione tra elevate dosi di corticosterodi ed uso prolungato di miorilassanti. Nonostante un intensivo programma riabilitativo, la miopatia rese difficile lo svezzamento ventilatorio del paziente che fu estubato 15 giorni dopo il ricovero nella nostra TI e sottoposto a cicli di ventilazione meccanica non invasiva nei 7 giorni successivi. Il paziente fu dimesso dalla nostra TI dopo 25 giorni di ricovero con un soddisfacente recupero della funzionalità muscolare, che avvenne in modo completo dopo due mesi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail