Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5) > Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5):393-400

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA


Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5):393-400

lingua: Inglese

Studio della perossidazione lipidica e del rilascio di citochine circolanti e di endotelina 1 in volontari sani sottoposti a ossigenazione iperbarica

Rocco M., Antonelli M. **, Letizia V. *, Alampi D., Spadetta G., Passariello M., Conti G. **, Serio P., Gasparetto A.

From the Istituto di Anestesiologia e Rianimazione
*I Cattedra di Patologia Medica University “La Sapienza”, Rome
**Istituto di Anestesiologia e Rianimazione Università Cattolica del Sacro Cuore, Rome


FULL TEXT  


Obiettivo. L’obiettivo del presente studio è stato di valutare gli effetti dell’ossigenazione iperbarica sulla perossidazione lipidica, sul rilascio di citochine circolanti (TNFα, IL6, IL1β) ed endotelina-1 (ET1).
Metodi. Disegno sperimentale: studio prospettico “single arm”. Ambiente: divisione iperbarica dell’unita di terapia intensiva di un ospedale universitario. Pazienti. 15 volontari sani (10 maschi e 5 femmine, di età media 32±7 anni) studiati durante ossigenazione iperbarica divisi at random in due gruppi: gruppo A (7 soggetti) e gruppo B (8 soggetti). Entrambi i gruppi sono stati consecutivamente pressurizzati a 2 atm abs e 2.8 atm abs, con una costante velocità di discesa di 1 m/min; in conformità con il progetto sperimentale, il gruppo A ha respirato ossigeno puro continuativamente attraverso maschere facciali e il gruppo B ha respirato aria in camera durante la pressurizzazione. Sono stati prelevati 20 ml di sangue da tutti gli individui ai seguenti tempi: 1) all’inizio, prima dell’ossigenoterapia iperbarica (HBO); 2) dopo 10 min a 2 atm abs; 3) dopo 10 min a 2,8 atm abs; 4) 30 min dopo la fine dell’HBO. In tutti i campioni raccolti le sostanze reagenti ai tiobarbiturici sono state valutate usando la tecnica spettrofotometrica, i livelli sierici di IL1β, TNFα e IL6 attraverso l’ELISA e i livelli plasmatici dell’ET1 attraverso radioimmunoassay.
Risultati. In entrambi i gruppi i livelli di sostanze reagenti a tiobarbiturici hanno mostrato un incremento doppio (p<0,05) rispetto al rilevamento base, durante e dopo ossigenazione iperbarica, I valori sierici di IL6 e IL1β non sono cambiati significativamente nel corso dello studio in nessuno dei volontari. La quantità di TNFα è significativamente aumentata (p<0,05) durante HBO, a 2 atm abs e 2.8 atm abs in entrambi i gruppi con incrementi quasi doppi. I valori di ET1 sono aumentati (p<0,05) in tutti i volontari durante e dopo HBO: a 2 atm abs (range 7÷24 pg/ml), 2,8 atm abs (7÷19 pg/ml) e 30 min dopo (8÷17 pg/ml) rispetto al valore di base (4÷12 pg/ml). Tutti i composti studiati hanno avuto un andamento simile nei due gruppi.
Conclusioni. L’ossigenazione iperbarica in volontari sani può indurre non solo perossidazione lipidica ma anche liberazione di composti quali TNFα e endoteline, sia respirando ossigeno puro o aria. Questi risultati suggeriscono che dietro a questo rilascio potrebbe esserci l’attivazione leucocitaria indotta dall’HBO. Inoltre è suggerito il possibile ruolo di ET1 nel determinare la vasocostrizione che avviene durante HBO.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail