Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5) > Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5):381-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,623


eTOC

 

NOTE DI TECNICA  ANESTESIAFREEfree


Minerva Anestesiologica 2001 May;67(5):381-5

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Tromboembolia in gravidanza: un nuovo filtro cavale temporaneo

Ferraro F., D’Ignazio N., Matarazzo A., Rusciano G., Iannuzzi M., Belluomo Anello C.

From the Seconda Università degli Studi - Napoli Dipartimento di Anestesia e Rianimazione Servizio di Terapia Intensiva *Cattedra di Chirurgia Vascolare S.U.N.


FULL TEXT  


Obiet­ti­vo. Lo sco­po di ques­to lavo­ro è di dimos­trare i van­tag­gi ­dell’utilizzo di un fil­tro ­cavale tem­por­a­neo (tem­po­fil­ter) in grav­i­dan­za per la pre­ven­zi­one di epi­so­di di trom­boem­bo­lia pol­mo­nare nel pre-par­tum, ­durante il ­taglio ces­a­reo e nel post­par­tum in gio­va­ni gra­vide a ris­chio.
Meto­di. ­Nell’arco di 2 ­anni in una tera­pia inten­si­va poliv­a­lente abbi­a­mo pro­ce­du­to ­all’impianto del Tem­po­fil­ter in 4 gio­va­ni gra­vide al ter­zo tri­mes­tre di grav­i­dan­za che pre­sen­ta­va­no sev­e­ra trom­bo­si veno­sa pro­fon­da ­agli ­arti infer­i­o­ri. ­L’impianto è sta­to ese­gui­to in anes­te­sia ­locale per via per­cut­an­ea, sot­to con­trol­lo radio­scop­i­co diret­to.
Risul­ta­ti. Il posiz­i­on­a­men­to del tCF è sem­pre sta­to age­vole, non si ­sono mai verif­i­cate com­pli­canze leg­ate ­alla tec­ni­ca. Non si è verif­i­ca­to nes­sun epi­so­dio di TEP. Il ­taglio ces­a­reo è sem­pre sta­to esple­ta­to sen­za com­pli­canze ­materne e/o feta­li. Il tem­po di per­ma­nen­za in ­situ è oscil­la­to tra i 14 ed i 29 gior­ni.
Con­clu­sio­ni. ­L’uso com­bi­na­to di tCF e di una tera­pia anti­co­ag­u­lante garan­tisce un buo­na pro­fi­las­si di TEP ­nelle gra­vide con sev­e­ra TVP ­agli ­arti infer­i­o­ri.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail