Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5) > Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5):424-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,623


eTOC

 

INTERAZIONE FRA INDUSTRIA E ANESTESIA  FREEfree


Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5):424-8

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Anestesia analgesica con Remifentanil (Valuta-zioni clinico-laboratoristiche-strumentali)

Antognini F., Ricci L., Venditti N., De Angelis C., Quattrini A., Testasecca D.

Azienda Ospedaliera «Umberto I» - Ancona Servizio di Anestesia e Rianimazione *Centro epilessia


FULL TEXT  


È stata studiata la possibilità di praticare un’anestesia analgesica in 13 pazienti, sottoposti ad interventi di chirurgia addominale, ortopedica o urologica. L’induzione ed il mantenimento dell’anestesia sono stati realizzati con infusione pompa a siringa di remifentanil da 1→2,2 mcg/kg/m e cisatrecurium, O2/aria con FIO2 0,3; sono stati studiati il monitoraggio ecografico a 8 canali ed i livelli sierici di ACTH. Sono stati osservati patterns ecgrafici da sonno senza «spindles» e complessi K; solo in 2 pazienti è stato necessario aggiungere N2O 50% per approfondire il livello di anestesia; i livelli di ACTH aumentano solo dopo la fine dell’infusione di remifentanil.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail