Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5) > Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5):389-93

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,036


eTOC

 

MONITORAGGIO DELLA FUNZIONE CEREBRALE IN ANESTESIA  


Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5):389-93

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Utilità del monitoraggio BIS in anestesia generale

Tufano R., Palomba R., Lambiase G., Ghetti Giurleo L.

Università degli Studi «Federico II» - Napoli Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento Universitario di Scienze Chirurgiche Anestesiologiche-Rianimatorie dell’Emergenza


FULL TEXT  


Introduzione. L’Indice Bispettrale (BIS), parametro derivato dall’eletroencefalogramma, è in correlazione con i livelli di sedazione e di perdita di coscienza. Scopo dello studio è stato di verificare se l’uso del BIS poteva migliorare la gestione farmacologica dell’anestesia generale e velocizzare il recupero post-anestesia.
Metodi. Sono stati studiati 160 pazienti da sottoporre a chirurgia addominale. I pazienti sono stati randomizzati per ricevere una anestesia con propofol o sevoflurane, successivamente in ogni gruppo 40 pazienti erano sottoposti a monitoraggio BIS durante la narcosi, mentre i restanti 40 erano gruppo controllo. Nei gruppi BIS propofol e di sevoflurane erano somministrati in funzione del mantenimento di valori BIS tra 40 e 60 durante tutta la procedura chirurgica. Sono stati calcolati il consumo dei farmaci, le risposte indesiderate intraoperatorie, ed in cieco i tempi di recupero ed i punteggi di una «Scala di Osservazione Clinica del Recupero».
Risultati. I gruppi erano omogenei per dati demografici. Il monitoraggio BIS ha migliorato il recupero immediato dopo anestesia con propofol mentre non sono state notate differenze significative nei pazienti che hanno ricevuto sevoflurane. Il consumo del propofol e del sevoflurane è significativamente diminuito (rispettivamente 30 e 40%). Non ci sono state differenze significative nell’incidenza delle risposte indesiderate intraoperatorie tra i vari gruppi. I gruppi BIS hanno avuto una percentuale maggiore di pazienti con una migliore valutazione clinica in UTI.
Conclusioni. Il monitoraggio BIS ha permesso un diminuito consumo di propofol e di sevoflurane ed un recupero più veloce dopo anestesia con propofol. Il decorso intraoperatorio non è stato modificato. I nostri risultati indicano che l’uso del BIS può essere utile nel guidare la somministrazione intraoperatoria di propofol e sevoflurane.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail