Home > Riviste > Minerva Anestesiologica > Fascicoli precedenti > Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5) > Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5):264-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ANESTESIOLOGICA

Rivista di Anestesia, Rianimazione, Terapia Antalgica e Terapia Intensiva


Official Journal of the Italian Society of Anesthesiology, Analgesia, Resuscitation and Intensive Care
Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,623


eTOC

 

UPDATE IN ANESTESIA  FREEfree


Minerva Anestesiologica 2000 May;66(5):264-7

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

New Halogenated agents. Should I change my practice?

Feiss P.

From the Department of Anaesthesia CHU Dupuytren - Limoges (France)


FULL TEXT  


L’utilizzo da parte dell’anestesista di nuovi agenti alogenati deve essere dettato oltre che dalla novità e da fattori economici, dalle caratteristiche dell’alogenato stesso: rapidità dell’induzione e del risveglio, stabilità del piano anestetico, buona qualità del risveglio, minimi effetti collaterali e tossici.
Nei bambini il sevofluorano permette un’induzione dolce e rapida con minori effetti cardiodepressivi ed aritmogeni rispetto l’alotano; il desfluorano non è utilizzato per il suo odore sgradevole.
Nell’adulto la scelta del sevofluorano invece del desfluorano è giustificata da un’induzione gradevole e rapida, da un adeguato piano anestetico per il posizionamento di una maschera laringea o per effettuare l’intubazione tracheale senza miorilassanti, tempi di risveglio sovrapponibili e non dipendenti dalla durata dell’intervento, assenza di tossicità renale ed epatica clinicamente osservabile, costi contenuti dal MAC più basso.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail